www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

“Unità di luogo. Measure of the Place”, presentato all’Ordine degli Architetti di Caserta il libro di Massimiliano Rendina

Cecoro: “L'Ordine riparte dopo la pandemia con gli incontri dal vivo, ed il libro del collega Rendina ci ha dato occasione di confrontarci sulla cultura del progetto, sull'etica della professione, sulla voglia di tornare a essere figure centrali nello sviluppo della società”.

La sede dell’Ordine degli Architetti PPC della provincia di Caserta torna ad essere punto di incontro e di discussione per i suoi iscritti. L’occasione è stata la presentazione di “Unità di Luogo. Measure of the Place”, il libro scritto dall’architetto Massimiliano Rendina, avvenuta nel tardo pomeriggio dello scorso lunedì nella sala Sirica di Corso Trieste.

Il Presidente Raffaele Cecoro ed i componenti del Consiglio direttivo hanno accolto i tanti associati che hanno partecipato al dialogo con il collega ed autore della monografia, con i contributi del giornalista culturale e critico d’arte Enzo Battarra, del consigliere dell’Ordine Antonio Buonocore e del titolare dello studio IA Giuseppe Iodice.

“Le attività in presenza del nostro Ordine, presso la nostra sede a pochi passi dalla Reggia di Caserta, sono finalmente ripartite dopo questi lunghi mesi di interruzione forzata, e siamo stati ben felici di farlo con la presentazione del libro del nostro amico e collega Massimiliano Rendina, che ringrazio per aver scelto proprio la sede dell’Ordine. È stata solo la prima di una serie di iniziative che si stanno programmando e che terremo nei prossimi mesi, un bel modo di tornare a parlare dal vico di progetti e di architettura, grazie anche ad una bella partecipazione. Durante il confronto con l’autore e con gli ospiti intervenuti, è venuta fuori tutta la voglia degli architetti presenti di confrontarsi sulla materia. La presentazione del libro dell’architetto Rendina ci ha dato lo spunto per affrontare alcune tematiche come la cultura del progetto, l’etica della professione, la voglia di tornare a essere figure centrali nello sviluppo della società”, spiega Cecoro che, a margine dell’evento, ha proposto di organizzare mensilmente degli incontri di architettura in cui i diversi tecnici iscritti all’Ordine potranno confrontarsi su opinioni e idee.

Pubblicità

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie