www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Sparanise. I Carabinieri reprimono una fiorente piazza di spaccio. Due fratelli nei guai

Nella giornata del 9 marzo 2021, in Napoli, Sparanise (CE) e Francolise (CE), i militari della Compagnia Carabinieri di Capua hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misure cautelari coercitive, emessa dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere – Ufficio G.I.P, nei confronti di tre indagati, ritenuti responsabili del possesso, ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti. Il provvedimento cautelare è frutto di una complessa attività di indagine, diretta dalla Procura della Repubblica e affidata ai militari del Comando Stazione Carabinieri di Sparanise, condotta fino al mese di settembre del 2016.

Le indagini venivano comprovate mediante intercettazioni e servizi di osservazione controllo e pedinamento e durante l’esecuzione, venivano segnalati alla Prefettura di Caserta diversi acquirenti anche per ripetuti acquisti. Inoltre, sono stati effettuati sequestri di sostanze stupefacenti, quali hashish e marijuana.

È stata quindi accertata la presenza di un’importante e fiorente piazza di spaccio sita in Sparanise e gestita dai fratelli Iossa Valerio e Alessandro, dove si concentrava, sia nelle ore diurne che nelle ore serali, un notevole numero di assuntori di sostanze stupefacenti del tipo marijuana e hashish, compratori al dettaglio provenienti dal comune di Sparanise e da altri comuni del Casertano.

Le investigazioni hanno consentito di risalire al “grossista”, fornitore dello stupefacente, il napoletano Pagliuca Salvatore, che badava all’approvvigionamento di considerevoli quantità di hashish e marijuana, che deteneva in un popoloso quartiere del capoluogo partenopeo.

Per l’operazione di servizio, in fase attuativa, durante le prime luci dell’alba del giorno 9 marzo ultimo scorso, sono stati impiegati circa venti Carabinieri della Compagnia di Capua e del Nucleo Cinofili di Sarno (SA). Oltre agli indagati, altre 11 persone sono state sottoposte a misura cautelare personale, risultando dalle indagini, responsabili di gravi indizi di colpevolezza.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie