www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Spacciavano coca ed eroina tra Sessa, Mondragone e Pietramelara. Arrestate 17 persone

Questa mattina, in Sessa Aurunca, Mondragone, Pietramelara, Cassino, Varcaturo e San Salvo (CH), i Carabinieri della compagnia di Sessa Aurunca hanno dato seguito ad una ordinanza di custodia cautelare per 17 persone, 14 in carcere e 3 agli arresti domiciliari, responsabili, in concorso tra loro, di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina ed eroina.

I provvedimenti sono originati da una complessa ed articolata attività d’indagine, diretta dalla Procura di Santa Maria C.V. e delegata ai Carabinieri di Sessa Aurunca, avviata nel mese di maggio 2018 e conclusasi nel novembre 2019, investigazioni che consentivano di individuare un gruppo di persone operanti nelle province di Caserta, Frosinone e Chieti.

Dagli accertamenti svolti – servizi dinamici, intercettazioni telefoniche, telematiche, ambientali e videoriprese -, emergeva che alcuni degli indagati acquistavano all’ingrosso ingenti quantitativi di cocaina ed eroina da fornitori italiani ed esteri, e successivamente, anche favoriti dal dialetto “sinti” di difficile comprensione e diffusione, intessevano rapporti con altri spacciatori responsabili della gestione di autonome piazze di spaccio nei comuni di Sessa Aurunca, Mondragone, Pietramelara, Cassino e San Salvo in provincia di Chieti, provvedendo al trasporto e alla vendita di dette sostanze.

Nel corso dell’attività venivano documentati oltre 200 episodi di spaccio, identificati numerosi assuntori (segnalati alla competente Autorità amministrativa), arrestati 3 spacciatori locali e deferite in stato di libertà altre otto persone. Venivano inoltre rinvenuti e sequestrati 30.000 euro in contanti e 5 kg. tra cocaina ed eroina, sottraendo dalla disponibilità dei pusher migliaia di dosi pronte per essere immesse nel mercato al dettaglio.