www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

SICUREZZA CASERTA Poliziotti costretti a lavorare tra carenze e inadeguatezze. Il Sindacato scrive al Questore

Caschi protettivi troppo piccoli e giubbotti antiproiettile troppo grandi. Volanti in numero sempre non adeguato al territorio da coprire. Mancanza di personale in appositi uffici. Ufficio denunce aperto solo 6 ore al giorno.

In una nota inviata al Questore di Caserta, dr. Antonio Borrelli, firmata dal segretario provinciale Pasquale Picazio, e sostenuta anche dal segretario generale provinciale Antonio Nuzzolo, l’Unione Sindacale Italiana Poliziotti, sindacato di Polizia di riferimento della Confederazione UIL, segnala una serie di criticità con cui il personale di polizia in seno alla Questura del capoluogo casertano è costretto a lavorare.

Si va dalla mancanza di personale in appositi uffici (come l’Ufficio Denunce, ormai da tempo aperto soltanto sei ore al giorno esclusa la domenica e oggetto di diverse rimostranze degli Utenti); operatori dell’Ufficio Servizi Generali impiegati nel servizio di controllo del territorio a bordo di autovetture non allestite all’uopo, che per essere utilizzate in quel tipo di attività richiederebbero l’impiego di tre operatori invece di due: gli stessi operatori effettuano un servizio più o meno analogo a quello delle Volanti, spesso in appoggio alle stesse, senza essere parimenti equipaggiati (vengono assegnate loro solo una palina segnaletica ed una radio portatile); all’inadeguatezze di alcuni elementi atti alla sicurezza degli agenti; Volanti in numero sempre non adeguato al territorio da coprire, tanto da ridurre al minimo storico la percezione di sicurezza dei cittadini; alla mancanza di luogo idoneo dove il personale del Settore Servizi Generali, impegnato al controllo del territorio, possa redigere gli atti inerenti l’attività svolta o portare e gestire eventuali persone fermate.

Alcuni dispositivi di sicurezza, che comunque dopo il loro utilizzo non vengono mai puliti e tantomeno sanificati, così come spesso le stesse autovetture di servizio, quali i caschi protettivi per servizi di Ordine Pubblico in dotazione all’Ufficio Servizi Generali, tutti di piccola taglia e quindi inutilizzabili dalla maggior parte degli operatori, e i giubbotti antiproiettile in dotazione all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, tutti di taglia eccessiva per la maggior parte degli operatori impegnati in servizio delle Volanti, e che in caso di necessità, sarebbero poco efficaci, se non addirittura pericolosi.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie