www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Serie A – Napoli travestito da illusionista contro l’ Udinese

4 giorni dopo l'allarmante risultato contro lo Spezia, Gattuso ed i suoi, fanno visita l'Udinese di Gotti

Dopo la clamorosa sconfitta contro lo Spezia, il Napoli affronta l’Udinese alla Dacia Arena, gara valevole per 17esima giornata di Serie A. La squadra di Gattuso, in profonda crisi di risultati, solo 4 punti in 5 partite, trovano nei bianconeri un banco di prova importante per il prosieguo della stagione partenopea. Gli azzurri ritrovano tra i pali Meret, mentre in difesa centralmente al fianco di Manolas, si assiste all’esordio dal primo minuto di Rrahmani che con Di Lorenzo e Hysaj compongono il quartetto difensivo. Il centrocampo e l’attacco sono gli stessi della partita contro lo Spezia ma sono paradossalmente più rilevanti le presenze in panchina, dove rifanno la loro comparsa Koulibaly, Demme e Mertens.

La partita

Le ultime figuracce non smuovono l’animo degli azzurri che proseguono la tendenza delle prestazioni pessime registrate ultimamente. Il giro palla stucchevole ed inconsistente, incontra il morale pessimo, culminando in una delle peggiori prestazioni dei partenopei da inizio anno. Udinese spartiacque, che come con Ancelotti potrebbe essere il crocevia per Gattuso, nel bene o nel male. Il Napoli continua da ciò che aveva lasciato in sospeso contro gli spezzini: produce tante occasioni ma poca concretezza. Su rigore procurato da Lozano, al 15’ il Napoli passa in vantaggio con Insigne. 2 minuti più tardi Manolas lascia il campo per un leggero problema muscolare, venendo sostituito da Maksimovic. Un Rrahmani visibilmente spaesato dopo 4 mesi lontano dal furore agonistico, regala la palla a Lasagna del pareggio dell’Udinese al minuto 27.

Il secondo tempo

Partita in salita per il Napoli, che con una difesa flebile ed un centrocampo con evidenti problemi, nel secondo tempo è in balia dei contropiedi bianconeri. Bakayoko al 90’ segna il gol vittoria azzurro su sviluppo di calcio di punizione. La squadra di Gattuso, nonostante i 3 punti disputa una prestazione indecorosa, questa volta anche incapace di costruire azioni da gol, avendo segnato solo da calcio piazzato, la cui vittoria è solo nel risultato: 1-2 per il Napoli.

Il tabellino

UDINESE (3-5-1-1): Musso; Becao, Bonifazi, Samir; Molina, De Paul, Arslan (27′ st Walace), Mandragora, Stryger Larsen (27′ st Zeegelaar); R. Pereyra; Lasagna (36′ st Nestorovski). A disposizione: Scuffet, Gasparini, Ouwejan, Makengo, Ter Avest, Palumbo, Rigo, De Maio. Allenatore: Gotti

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas (16′ pt Maksimovic), Rrahmani (1′ st Mario Rui), Hysaj; Fabian Ruiz (23′ st Elmas), Bakayoko; Lozano, Zielinski (47′ st Demme), L. Insigne; Petagna (23′ st Llorente). A disposizione: Contini, Ospina, Politano, Koulibaly, Ghoulam, Cioffi, Lobotka. Allenatore: Gattuso

ARBITRO: Pasqua di Tivoli.

MARCATORI: 15′ pt Insigne (N, su rig.), 27′ pt Lasagna (U), 45′ st Bakayoko (N)

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie