www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Serie A, Napoli – Pareggio che fa continuare a sperare

In occasione della trentunesima giornata di Serie A, il Napoli affronta al Maradona l'Inter capolista. Unico imperativo per la squadra di Gattuso: non uscirne a mani vuote.

La sconfitta di Torino contro la Juventus non ha di certo segnato, per il Napoli, un punto di non ritorno. I partenopei dopo l’incoraggiante vittoria al Ferraris sponda blucerchiata, a Fuorigrotta ospitano l’Inter capolista. Mai come quest’anno la lotta per un piazzamento in Champions League ha trasmesso così tante emozioni e capovolgimenti di fronte. Le 9 sconfitte maturate fino ad ora, non sentenziano per gli azzurri il fallimento stagionale. Gattuso riparte dalle certezze maturate dopo la vittoria contro la squadra di Ranieri. L’undici che affronta l’Inter è lo stesso che propiziò la vittoria per 0-2 contro la Sampdoria, ad eccenzion fatta per l’estremo difensore. Tra i pali, Meret prende il posto di Ospina, infortunatosi dopo la partita del Ferraris.

La partita

Come c’era da aspettarselo, le squadre hanno più premura nel non subire gol più che nel farne. Gli azzurri si impongono per possesso palla ma è l’Inter a rendersi pericolosa con fortunose occasioni. È, però, il Napoli a trovare il vantaggio. Handanovic calibra male lo spazio per intervenire e si fa sfuggire la palla dalle mani. Sarà grazie all’autogol dello sloveno al 36’, che la squadra di Gattuso è in vantaggio al termine dei primi 45 minuti. Il secondo tempo inizia con l’Inter più travolgente rispetto ad un Napoli ridimensionato. Al 55’ Eriksen trova il gol del pareggio dei nerazzurri. Le occasioni da rete create da Politano e Zielinski non basteranno agli azzurri per trovare il sorpasso. La partita termina sul risultato di 1-1. Un pareggio che rappresenta alla perfezione ciò che la partita ha espresso, e che permette ai partenopei di continuare la propria rincorsa a Juventus ed Atalanta.

Il tabellino

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme (91′ Bakayoko); Politano (91′ Hysaj), Zielinski (88′ Elmas), L. Insigne; Osimhen (74′ Mertens). A disposizione: Cioffi, Contini, Idasiak, Lobotka, Maksimovic, Petagna, Rrahmani, Zedadka. Allenatore: Gattuso.

INTER (3-5-2): Handanovic; Skrniar, De Vrij, A. Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen (84′ Gagliardini), Darmian (78′ Perisic); R. Lukaku, L. Martinez (75′ Sanchez). A disposizione: D’Ambrosio, Padelli, Pinamonti, Radu, Ranocchia, Sensi, Vecino, Young. Allenatore: Conte.

ARBITRO: Doveri di Roma

MARCATORI: 36′ aut. Handanovic (N), 54′ Eriksen (I)

Pubblicità

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie