www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Serie A – Napoli manca il risultato ma non la squadra

Dopo il pareggio contro l'Atalanta, il Napoli affronta, nella seconda giornata del girone di ritorno di Serie A, la squadra di Ballardini

In uno dei momenti più difficili della presidenza De Laurentiis, il Napoli in Serie A, dopo la partita in Coppa Italia, affronta al Ferraris il Genoa. La situazione delle rispettive società è agli antipodi. Ballardini ha dato nuova vita ai rossoblù, al contrario Gattuso si avvia verso il tramonto della sua avventura in azzurro. I partenopei dopo il “catenacciaro” 3-4-3 dello 0-0 infrasettimanale in Coppa Italia, Gattuso ritorna nuovamente al 4-3-3. Dopo la positività al Covid-19 di Koulibaly e Ghoulam, la coperta si fa corta anche in difesa. Il cuore della difesa è composto dal duo Manolas-Maksimovic. Demme vertice basso di centrocampo, guida Elmas e Zielinski per fare in modo che possano dare maggiore imprevedibilità. In attacco Insigne, dopo il piccolo problema muscolare in Coppa Italia, affida la fascia a Lozano che dovrà assistere Petagna e Politano.

La partita

Questa volta l’allenatore non dovrebbe avere tante colpe, ma, nonostante ciò, qualcosa da ridire a Gattuso c’è. Il Napoli domina fin dai primi minuti. Le statistiche finali della gara volgono abbondantemente a favore degli azzurri ma le tediose metodologie difensive, rendono difficile la conduzione della gara per i partenopei. Due fulmini a ciel sereno sono i gol di Pandev del primo tempo. Lo svantaggio iniziale dei partenopei è da recriminare ad errori individuali della coppia difensiva, che per 20 minuti fa di tutto per regalare il vantaggio ai genoani. 2 tiri nello specchio e due gol sarà necessario alla squadra di Ballardini per ottenere i 3 punti. Gattuso e i suoi ragazzi, nonostante l’incoraggiante prestazione, terminano per la settima volta una partita a mani vuote. Il gol di Politano illuderà gli azzurri di poter agguantare nel finale almeno il pareggio: la partita termina 2-1 per il Genoa.

Il tabellino

GENOA (3-5-2): Perin; Goldaniga, Radovanovic, Criscito; Zappacosta, Strootman (22′ st Behrami), Badelj, Zajc (43′ st Rovella), Czyborra; Destro (34′ st Portanova), Pandev (22′ st Scamacca). A disposizione: Marchetti, Zima, Ghiglione, Melegoni, Onguene, Pellegrini, Eyango, Dumbravanu. Allenatore: Ballardini

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas (24′ st Rrahmani), Maksimovic, Mario Rui; Elmas, Demme (33′ st Bakayoko), Zielinski (9′ st Insigne); Politano, Petagna (9′ st Osimhen), Lozano. A disposizione: Meret, Contini, Hysaj, Cioffi, Lobotka. Allenatore: Gattuso

ARBITRO: Manganiello di Pinerolo

MARCATORI: 11′ pt, 26′ pt Pandev (G), 34′ st Politano (N)

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie