www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Serie A – I subentrati risollevano le sorti del Napoli

Il Napoli vince in rimonta la partita della undicesima giornata di Serie A contro la Sampdoria grazie ai cambi di mister Gattuso effettuati nel secondo tempo

Serie A, undicesima giornata di campionato il Napoli affronta alla prima in campionato dello stadio Diego Armando Maradona la Sampdoria. Gli azzurri cercano disperatamente una vittoria, in vista delle importantissime sfide in trasferta con l’Inter e Lazio. Reduce dal passaggio della fase a girone di Europa League, Gattuso cerca freschezza per non commettere alcun passo falso contro i blucerchiati. In porta Ospina lascia spazio a Meret, dopo che il colombiano ha protetto i pali azzurri nelle ultime tre partite. La difesa viene stravolta con l’inserimento di Manolas e Ghoulam al posto di Maksimovic e Mario Rui reduci entrambi dalla sfida con la Real Sociedad. Sulla fascia destra si rivede Politano mentre a Demme viene affidato il controllo del centrocampo in coppia con Fabian Ruiz.

La partita

Primo tempo da dimenticare per il Napoli che non trova spazi e produce molto poco. La Sampdoria di Ranieri,  dalle idee più chiare degli azzurri producono tanto e sfruttano ogni disattenzione degli azzurri. Il cinismo dei blucerchiati viene premiato con il gol del vantaggio siglato da Jankto al minuto 20, complice una disattenzione del portiere. Il secondo tempo viene inaugurato da un doppio cambio nelle fila dei partenopei. Lozano e Petagna prendono il posto dei peggiori in campo fino a quel momento: Fabian Ruiz e Politano. Saranno proprio i subentrati, in particolar modo Lozano, a ribaltare il risultato e a regalare la vittoria ai ragazzi di Gattuso nel giro di 15 minuti. Il pareggio viene siglato dal messicano al minuto 53 ed il gol vittoria lo segna Petagna su assist dello stesso Lozano al 68’. La partita si chiuderà sul risultato di 2-1 per gli azzurri che nel giro di una settimana dovranno capire cosa voler fare da grande.

Il tabellino

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Ghoulam (14′ st Mario Rui); Ruiz (1′ st Petagna), Demme (14′ st Bakayoko); Politano (1′ st Lozano), Zielinski (32′ st Lobotka), Insigne; Mertens. A disposizione: Contini, Elmas, Maksimovic, Malcuit, Ospina.

Allenatore: Gattuso

 

SAMPDORIA (4-4-1-1): Audero; Ferrari, Colley, Yoshida, Augello; Candreva, Ekdal, Thorsby, Jankto (34′ st Damsgaard); Verre (19′ st Ramirez); Quagliarella. A disposizione: Askildsen, Gabbiadini, La Gumina, Leris, Letica, Ravaglia, Regini, Rocha, Silva, Tonelli.

Allenatore: Ranieri

 

ARBITRO: La Penna

 

MARCATORI: 20′ Jankto (S), 53′ Lozano (N), 68′ Petagna (N)

Pubblicità

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie