www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

San Tammaro aderisce al distretto turistico dell’Appia Antica

Turismo, economia, sociale e cultura: il Comune di San Tammaro aderisce al distretto turistico Appia Antica. L’ok è giunto nel corso dell’ultima riunione di giunta del 2021.

Il sindaco Vincenzo D’Angelo e il suo esecutivo hanno ritenuto opportuno aderire al distretto, su suggerimento dell’assessore alla Cultura Filomena Gravino, affinché si dia vita allo sviluppo economico e sociale nel territorio del Comune di San Tammaro soprattutto nel campo turistico che non risulta adeguatamente valorizzato.

“La partecipazione al Distretto turistico Appia Antica rappresenta una utile occasione di promozione e valorizzazione delle potenzialità turistiche del nostro territorio che ha già naturalmente una sua vocazione turistica. La partecipazione può rappresentare altresì un’opportunità di crescita delle attività economiche ubicate sul territorio, che potrebbero beneficiare, tra l’altro, delle misure previste per le zone a “burocrazia zero” come previsto e disciplinato dalla normativa”, ha commentato il sindaco D’Angelo.

Fanno già parte del distretto turistico “Appia Antica” i comuni di Capua, Casagiove, Caserta, Castel Morrone, Curti, Francolise, Giano Vetusto, Grazzanise, Pastorano, Recale, Roccamonfina,Rocchetta e Croce, Santa Maria Capua Vetere, Teano, Valle di Maddaloni- “Proprio per lo sviluppo del territorio diventa sostanziale l’integrazione con i Comuni storicamente e culturalmente collegati che hanno specifiche caratteristiche e peculiarità ed è pertanto necessario e naturale – conclude il primo cittadino – creare un sistema turistico locale orientato alla promozione dell’offerta turistico-culturale dell’ “Appia Antica”.