www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Salesiani, Daniela Petrache (Caserta Kest’è): “Giovine dimentica quando lanciava sull’istituto rotoli di carta igienica”

Stupore per le dichiarazioni che il candidato sindaco di Caserta Decide, Raffaele Giovine, e la coordinatrice Sara Femiano, hanno diffuso in merito alla vicenda dell’oratorio salesiano. È questo il sentimento che esprime Daniela Petrache Tassinari, coordinatrice di Caserta Kest’è.

Il nostro candidato sindaco Ciro Guerriero, come noto, ha avviato 7 giorni di silenzio stampa nel tentativo di stanare i politici casertani ma il nostro movimento non può tacere di fronte alla becera ed assurda propaganda di certi ‘improvvisati’ candidati”. Il riferimento è proprio al leader di Caserta Decide.

Quando abbiamo letto la nota di Giovine ci siamo chiesti – continua Petrache – se era lo stesso Giovine che, certamente in una versione più capellona, guidava i cortei studenteschi che lanciavano, sull’istituto salesiano, rotoli di carta igienica. Chi è affezionato alla storia dei Salesiani di Caserta non può dimenticare quei cori e quei gesti e sarebbe opportuno che il candidato Giovine chiedesse scusa per aver offeso il lavoro di tanti insegnanti e la dignità di tanti studenti, ritenuti per anni, privilegiati e figli di papà e in quanto tali dileggiati apertamente.

Fortunatamente – continua la coordinatrice di Caserta Kest’è – esistono video e foto, ben custoditi, di quei giorni che costituiscono prova indiscutibile di quanto si possa rinnegare il proprio passato e le proprie idee in nome di una poltrona che sta diventando, per troppi, un posto di lavoro. Allo stesso modo la carta igienica, veniva scagliata contro la sede di Confindustria Caserta. Ed è lo stesso Giovine che figura nelle foto del movimento a trazione traettiniana Io firmo per Caserta? Certo che è lui – conclude Daniela Petrache Tassinaria dimostrazione che, per amore di poltrona, i centri sociali possono allearsi anche a Confindustria. Con quale credibilità lo stabiliranno i casertani con il loro voto. Noi li invitiamo a diffidare di chi rinnega le proprie idee e la propria storia in nome dell’amore per la poltrona”.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie