www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Rapinarono una gioielleria di Frignano. Arrestate due persone, il terzo spedito in una comunità per minori

Questa mattina i Carabinieri della Compagnia di Aversa hanno tratto in arresto due persone di 42 e 30 anni, residenti in Napoli, per rapina ad una gioielleria, in concorso con un minore di anni 16, quest’ultimo aggregato ad una comunità per minori.

I tre sono responsabili di una rapina avvenuta il 20 maggio 2020 nel centro di Frignano, quando due di loro, il 30enne e il 16enne, con volto parzialmente coperto, entrarono in una gioielleria minacciando i presenti con spray urticante, con un taglierino e con una pistola, risultata poi inoffensiva, cercando di impossessarsi dei preziosi custoditi nelle varie bacheche e casseforti.

La rapina non riuscì in quanto i proprietari, una coppia di coniugi, opposero resistenza nonostante la violenta aggressione che causò loro lesioni personali giudicate poi guaribili in pochi giorni.

I due si diedero alla fuga e salirono a bordo di un’autovettura che li attendeva a motore acceso all’esterno della gioielleria, e in cui alla cui guida c’era il 42enne. Errore pagato a caro prezzo da quest’ultimo, che è stato identificato proprio grazie alla targa dell’autoveicolo. Gli altri due sono stati invece individuati grazie alle immagini di videosorveglianza, dall’analisi delle celle telefoniche, ai social e dal riconoscimento dei coniugi titolari vittime dell’accaduto.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie