www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Rapina prostituta e clienti davanti a moglie e figlio

Confermata dopo 10 anni la condanna a 4 anni

Accadeva nell’ormai lontano 2010 ma adesso è stata confermata dalla seconda sezione penale della Corte di Cassazione la condanna a 4 anni e 5 mesi. Sul 45enne di Marcianise è certa l’accusato di rapina ai danni di una prostituta e dei suoi clienti.

Soltanto nei giorni scorsi la Suprema Corte ha chiuso per sempre la vicenda respingendo l’opposizione del 45enne all’ordinanza del Tribunale. Ora è certo che il condannato si rese responsabile di numerose rapine ai danni di una prostituta bulgara e degli occasionali clienti. Agiva proprio quando con lei si appartavano in vie laterali prospicienti la provinciale Marcianise-Orta di Atella.

A riconoscerlo fu la stessa vittima dopo aver sporto denuncia. Fece precise indicazioni e infatti si seppe che spesso giungeva sul luogo dei raid alla guida di una Lancia Y. A bordo c’era la propria compagna ed il figlio all’epoca ancora bambino. Le vittime venivano intimidite con minacce di ritorsioni, ma a volte paventava la presenza di un’arma, mai emersa nel corso delle indagini e del processo.

Il nuovo libro di Ferdinando Terlizzi

Il nuovo libro di Ferdinando Terlizzi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie