www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Raddoppio Collettore Caudino, emendamento di Zinzi e Piscitelli alla Legge regionale di Stabilità

I consiglieri regionali Alfonso Piscitelli (FdI) e Gianpiero Zinzi (Lega) hanno depositato un emendamento alla Legge regionale di Stabilità per la realizzazione del raddoppio del collettore Caudino, opera attesa dalle comunità della Valle di Suessola.

Questo emendamento – spiegano i consiglieri – mira a risolvere definitivamente un problema che si trascina da anni e che è stato finora oggetto solo di promesse elettorali. Il governatore De Luca nel 2017 in piena campagna elettorale per le Amministrative di Maddaloni annunciò un finanziamento e l’avvio dei lavori per il collettore. Fu smentito nel giugno 2019 quando nel corso di un’audizione in III Commissione speciale Terra dei Fuochi, ecomafie e bonifiche scoprimmo dalla bocca della dirigente Martinoli che non era stato avviato alcun iter. Da allora nulla è cambiato, anzi. Le piogge dei giorni scorsi hanno evidenziato, se ve ne fosse ancora bisogno, che questa è una vera emergenza e non possiamo permettere che i residenti continuino a pagarne le conseguenze ambientali ed economiche.

La situazione di insufficienza della rete fognaria di questo territorio è nota al punto che il suo adeguamento funzionale era uno degli interventi previsti dal project financing dell’ex PS3 redatto molti anni orsono. A nulla sono valse le sollecitazioni avanzate fin dall’inizio della scorsa Legislatura insieme alle Amministrazioni comunali e ai comitati locali. Adesso è il momento di intervenire con decisione per mettere la parola fine a un incubo”.

Il collettore gestito dalla Regione Campania risulterebbe privo di impianti di reflusso delle acque e sversa lungo via Cancello, in tenimento di Maddaloni, le acque provenienti dall’intero bacino idrogeologico dei comuni della Valle di Suessola. Le stesse opere di contenimento a monte delle acque nere e di riattivazione a valle dei canali di deflusso alternativi, che avevano lo scopo di ridurre le esondazioni delle acque nere provenienti dal Beneventano e dalla Valle di Suessola, non sono mai state realizzate.

Con l’emendamento a firma Piscitelli e Zinzi si autorizzerebbe un programma di interventi per la realizzazione di opere strategiche complementari al grande progetto Regi Lagni che, tra gli interventi prevede il raddoppio del collettore finale a servizio di Cervino, S. Maria a Vico e San Felice a Cancello e interventi di rifunzionalizzazione del collettore emissario di Acerra.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie