www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Polizia Penitenziaria: Il sovrintendente Braccio in pensione. Carriera ricca di onorificenze

Va in pensione il sovrintendente di polizia penitenziaria Biagio Braccio. Arruolatosi nel marzo del 1984 ha effettuato il corso di formazione presso la scuola penitenziaria di Monastir (Cagliari). Successivamente è arrivata la prima assegnazione presso la Casa circondariale di Pisa.

Dopo vari incarichi, nel 1990 è stato trasferito presso il vecchio penitenziario di piazza San Francesco a Santa Maria Capua Vetere. Nel 1992, è stato inviato in missione all’isola di Pianosa per la sorveglianza ai detenuti ristretti al 41Bis. Nel 1996 con l’apertura della nuova Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere, intitolata al generale Francesco Uccella, è stato spostato nel nuovo penitenziario, struttura dove ha prestato servizio fino all’altro giorno.

Al sovrintendente Braccio sono state conferite varie onorificenze: medaglia d’argento, medaglia d’oro al merito di servizio. Croce di Bronzo, Croce d’argento per anzianità di servizio.

Il sovrintendente Biagio Braccio, per l’occasione, saluta con un caloroso abbraccio tutte le persone che ha incontrato nel percorso della sua carriera ed augura ai giovani colleghi una brillante carriera sempre nel rispetto delle regole e onorando la divisa.

Pubblicità

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie