www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

“One Euro”, Santillo porta il problema dei taxi del degrado di Castel Volturno in parlamento

Il Senatore M5S Agostino Santillo ha presentato una interrogazione parlamentare sulla crisi dell’azienda dei bus della provincia di Napoli (CTP) che coinvolge, in particolare, tutta la tratta del collegamento tra Napoli e il Litorale Domizio fino a Mondragone, generando il fenomeno del cosiddetto “One Euro”, da parte di cittadini extracomunitari.

“Da ciò che mi risulta – ha spiegato il Senatore Santillo – il servizio di trasporto pubblico risulta sospeso dal 20 dicembre scorso. Mancherebbero bus efficienti, fondi necessari per acquistare gasolio e pagare assicurazioni, ditte della manutenzione e delle pulizie. La Compagnia trasporti pubblici SpA (CTO) ha annunciato la cassa integrazione per 488 dipendenti e sarà difficile che verranno pagati gli stipendi di gennaio e febbraio. Mi sembra doveroso – ha sottolineato Santillo – innanzitutto che il governo prenda in considerazione la situazione dei 488 lavoratori che rischiano di perdere il posto di lavoro.

Esiste poi una questione legata alla mobilità di un territorio, quello del Litorale Domizio, che in assenza del trasporto in bus si ritrova paradossalmente isolato, nonostante la distanza limitata da Napoli, perché non esistono altri mezzi di trasporto pubblico che forniscono un collegamento dignitoso tra comuni e con il capoluogo di regione. Mondragone ha una stazione molto distante dal centro storico, mentre Castel Volturno non ha alcuna stazione ferroviaria nonostante una Superficie di ben 73,95 km², una popolazione di quasi trentamila abitanti e circa 15 mila immigrati irregolari. Da ciò scaturiscono i “One Euro”, una sorta di taxi abusivi in auto pericolose e fatiscenti, che offrono passaggi alle persone da una parte all’altra della Domiziana al costo di uno o pochi euro.

Un problema di sicurezza stradale, ecologico e di ordine pubblico, considerando la pratica diffusa degli scambi di droga all’interno di alcuni di questi veicoli. Interrogo i ministri competenti – ha continuato Santillo -, in quanto l’assenza di un sistema di trasporti all’altezza, per un territorio già colpito in maniera piuttosto forte dal degrado, sta causando criticità ancora maggiori. Si aggiungano i disservizi che stanno vivendo numerosi cittadini che utilizzavano i bus da e verso Napoli, per andare a lavoro o all’università nel caso degli studenti. Stesso problema per gli studenti delle scuole secondarie. Sto seguendo attentamente la vicenda, anche con l’aiuto del consigliere comunale M5S di Castel Volturno Guido Schiavulli. Spero che il governo – ha concluso Santillo – dia risposte in tal senso e voglia prendere i più efficaci provvedimenti.”