www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Milano: la città torna a tremare, scossa di magnitudo 3.9

Deve essere stata davvero tanta la paura, avvertita nel secondo pomeriggio di oggi, nella provincia di Milano.

Una scossa di magnitudo 3.9 ha fatto letteralmente tremare tantissimi palazzi, soprattutto ai piani bassi.

L’evento sismico si può definire davvero eccezionale, visto che un tale magnitudo non veniva ormai registrato da oltre 500 anni.

Fortunatamente non si contano danni a persone o cose. L’epicentro è stato a 8 chilometri di profondità a nord di Trezzano sul Naviglio.

“E’ stato un terremoto alpino, perché sotto i sedimenti di Milano – afferma il presidente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) Carlo Doglioniè sepolto il fronte della catena alpina che è frutto della convergenza tra la pianura padana e l’Europa: si tratta di una convergenza molto lenta dell’ordine di un millimetro all’anno, vicino alla soglia della possibilità di rilevazione. Questa velocità così bassa solitamente non genera grandi terremoti, almeno in epoca storica non ne conosciamo. Nel lodigiano, invece, a Caviaga, nel 1951 abbiamo avuto una scossa di magnitudo 5.2-5.4″.

 

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie