www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Maddaloni. Fratelli d’Italia dona al Comune il tricolore italiano e la bandiera europea

Oggi il gruppo politico di Fratelli d’Italia, composto dai consiglieri comunali Gaetana Crisci, Alessandra Vigliotti e Aniello Amoroso, ha donato al Comune di Maddaloni la bandiera nazionale e quella europea. Il tricolore nazionale è il simbolo della nostra Repubblica. Sebbene abbia una storia che risale alla fine del 1700 è pur vero che divenne il simbolo dello Stato con un decreto legislativo presidenziale il 19 giugno 1946 che stabilì la foggia provvisoria della nuova bandiera, confermata dall’Assemblea Costituente nella seduta del 24 marzo 1947 e inserita poi all’articolo 12 della nostra Carta Costituzionale.

Abbiamo chiesto al Sindaco di poterle apporre all’ingresso della struttura che ospita la Biblioteca comunale perché oggi ne risulta sprovvista. Abbiamo scelto questa sede perché oltre ad un luogo di cultura generale che svolge la sua funzione “civica” al servizio della comunità locale è anche luogo di rappresentanza istituzionale. Come gruppo politico abbiamo chiesto di sensibilizzare la popolazione, soprattutto i giovani, circa la storia dei simboli della nostra Patria nell’ottica di un progetto di educazione civica da mettere a punto con l’assessore al ramo.

Siamo fermamente convinti che bisogna ripartire dai simboli della nostra Patria, averne rispetto e trasmettere quel senso di appartenenza alle generazioni future.

Abbiamo inoltre donato una nuova targa per la Villa Franco Imposimato. Abbiamo superato le ideologie politiche perché crediamo che il decoro di un luogo di aggregazione sociale e simbolo di Maddaloni, che la nostra comunità reclama in maniera decisa, meriti accoglimento. Lo abbiamo fatto in prossimità della campagna nazionale “Onda Tricolore – Contro le mafie abbattiamo il silenzio”, che Fratelli d’Italia e Gioventù Nazionale stanno portando sui territori per presentare proposte per il contrasto alle organizzazioni criminali.

Nella stessa occasione abbiamo chiesto al Sindaco, pur riconoscendo lo sforzo fatto dall’assessore al ramo, peraltro presente all’incontro, e che con il suo ricco calendario di eventi si prefigge l’obiettivo di regalare ai maddalonesi momenti di aggregazione per tutto il periodo estivo, la possibilità di prevedere degli spettacoli itineranti anche nelle zone più decentrare della città. Abbiamo sottolineato la necessità di essere presenti e portare la nostra testimonianza di solidarietà nelle periferie. Pensiamo per esempio a via Cancello tuttora isolata dal resto della città, a Montedecoro o a via Feudo. Ci sono spazi che potrebbero prestarsi ad eventi culturali che sarebbero accolti dai residenti con grande entusiasmo e partecipazione. Non ci stancheremo mai di ribadirlo: il dialogo è necessario si costruisca anche in periferia, anzi, prima in periferia, perché è qui che ancora si pratica la pacifica convivenza, la tolleranza, lo scambio. È qui, che è vivo e sentito il senso di appartenenza e dove non si negano le proprie radici, ma si rivendicano con orgoglio.

Inoltre, l’incontro istituzionale è stato occasione per sottolineare l’importanza dei servizi anagrafici online. Ci siamo confrontati con i funzionari competenti che hanno già avviato l’iter per attivare la piattaforma. Al contempo abbiamo suggerito, appena attivato il servizio telematico, di prevedere una convenzione con la FIT (Federazione Italiana Tabaccai) per prevedere il rilascio dei certificati presso le tabaccherie. Seguiremo le nostre proposte. Ci è stata data la possibilità di collaborare con gli organi competenti e lo faremo, nel mero interesse della città.

Pubblicità

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie