www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Macrico, Dello Buono bacchetta comitato e associazioni: “Basta con sterili polemiche! Dialoghiamo con chi è proprietario dell’area”

“Sulla vicenda Macrico assistiamo in queste ore al teatrino mediatico di qualche associazione che, ancora una volta, vuole mettersi in bella mostra e strumentalizzare quanto di serio fatto in Consiglio comunale”. È l’inequivocabile commento della consigliera dei Moderati, Daniela Dello Buono all’indomani della seduta consiliare che ha visto, tra i punti all’ordine del giorno, la mozione presentata dal consigliere di opposizione, Pio Del Gaudio, con titolo “Area Macrico: istituzione di un tavolo di lavoro istituzionale di proposta e di progetto in funzione del redigendo Puc”.

“Resto allibita quando qualche comitato o associazione parla di affarismo relativamente all’area Macrico – aggiunge la consigliera comunale Dello Buono – alimentando così solo polemiche sterili e dannose per la comunità casertana. Viceversa ieri, in Consiglio, c’è stata una discussione seria e molto democratica sul tema, alla quale ha assistito anche qualche consigliere comunale vicino alle associazioni che stanno continuando a fomentare diatribe inconcludenti”.

“Nel corso del Consiglio – continua Daniela Dello Buono – abbiamo letto il programma per l’area Macrico stilato in un opuscoletto dall’Istituto Diocesano Sostentamento del Clero, che riteniamo ragionevole oltre che estremamente caritatevole. Ed è proprio con l’Istituto in quanto proprietario dell’area e la Curia guidata saggiamente dal vescovo, monsignor Pietro Lagnese, che l’Amministrazione comunale si sta interfacciando. Un dialogo istituzionale, costante, che siamo sicuri porterà ad un qualcosa di concreto per il Macrico”.