www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Le disattivano il microfono e le privano di intervenire. La denuncia della consigliera Credentino

Credentino: "Scritta la pagina probabilmente più brutta di questa amministrazione"

Le hanno disattivato il microfono e tolto la parola durante l’ultima seduta del Consiglio Comunale di Caserta, tenutasi venerdì scorso in videoconferenza pubblica, per ragioni dovute al Coronavirus. È quanto ha denunciato la Consigliera di opposizione, Emilianna Credentino. A dire il vero, e la memoria non ci inganna visto che ad un episodio assistevamo in presenza, già in passato alla consigliera Credentino le è stata privata la parola, ovvero non le è stato consentito di dibattere le istanze dei cittadini che rappresenta e neanche consentito di intervenire.

“Nell’ultima seduta consiliare in videoconferenza, è stata scritta la pagina probabilmente più brutta di questa amministrazione – afferma Emilianna Credentino nella nota stampa inviataci – colpevole di zittire, disattivandomi addirittura il microfono, il mio intervento finalizzato a chiedere spiegazioni sul motivo per cui non fosse possibile discutere le mie mozioni, presentate più di un anno fa, relative a temi molto rilevanti per la comunità come biodigestore, asilo nido comunale e dimensionamento scolastico in relazione ai quali molti cittadini sono ancora in attesa di avere risposte. Mi sento umiliata ed amareggiata – conclude la consigliera Credentino – perché mettere il bavaglio ad un consigliere comunale, equivale metterlo ai cittadini che siamo chiamati a rappresentare. Abbiamo assistito, ancora una volta, ad uno scivolone istituzionale da parte di una amministrazione priva di valori democratici, etici e morali”.

Pubblicità

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie