www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Latitante pakistano catturato ad Aversa. Deve scontare l’ergastolo nel suo paese per omicidio plurimo

La Polizia di Stato di Caserta nella notte del 19 ottobre, in Aversa, ha rintracciato in un albergo cittadino, A.I. ricercato in ambito internazionale dalle autorità pakistane per omicidio plurimo. Gli Agenti della Squadra Volante del Commissariato di Aversa, alle ore 02,30, ricevevano dalla Sala Operativa segnalazione del pernottamento di un cittadino pakistano presso un albergo del centro cittadino normanno. Giunti sul posto, si dirigevano verso la camera indicata dal portiere e dopo aver bloccato tutte le vie di fuga facevano irruzione nella stanza.

Il ricercato tentava la fuga ma veniva prontamente bloccato dagli Agenti, che dopo aver espletato specifica attività di polizia giudiziaria, lo conducevano, in stato di arresto, presso gli Uffici del Commissariato. Dagli accertamenti esperiti, si apprendeva che A.I. in precedenza, per sottrarsi all’arresto, aveva dichiarato false generalità alle forze dell’ordine.

Il quarantenne era ricercato da oltre dieci anni dalle Autorità pakistane, le quali, avevano emesso nei suoi confronti un mandato di cattura internazionale nel mese di giugno 2000, per essersi reso responsabile, nel suo paese di origine ed unitamente ad un complice,  di plurimo omicidio per aver sparato indiscriminatamente su cinque persone per cause di inimicizie. L’arrestato è stato associato presso il carcere di Ariano Irpino in attesa di estradizione in Pakistan, ove dovrà scontare la pena prevista dell’ergastolo.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie