www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Italiani e stranieri si cimentano con i pattini al Buon Pastore. E poi tanta animazione con giocolieri, magic show e musica

Sabato 9 aprile dalle ore 10 alle 13 negli spazi dell’oratorio in piazza Pitesti

Animazione, giochi, musica e sport. Bambini e ragazzi, italiani e stranieri, si preparano a vivere una mattinata all’insegna dei sorrisi e dell’intrattenimento nell’oratorio della Chiesa del Buon Pastore in piazza Pitesti a Caserta. L’appuntamento è per sabato 9 aprile dalle ore 10 alle ore 13.

Un’attenzione particolare sarà riservata alle famiglie ucraine fuggite dalla guerra ma ci saranno anche i minori stranieri non accompagnati ospiti delle strutture di Cidis onlus che faranno da supporto alle attività in programma.

L’evento è organizzato dalla cooperativa ‘Csc – Credito senza Confini’ in collaborazione con l’oratorio del Buon Pastore e con l’Asd Hermes Roller. Chi vorrà potrà infatti cimentarsi con i pattini che saranno messi a disposizione gratuitamente dall’associazione. ‘Siamo una realtà sportiva attiva sul territorio già da un po’ di anni – spiega Maria Antonia Onofrio, presidente della Hermes Roller – ma siamo impegnati anche in ambito sociale. Ai nostri corsi partecipano infatti anche bimbi autistici oppure minori che provengono da famiglie indigenti. Lo sport è condivisione e noi offriamo a tutti la possibilità di avvicinarsi a questa splendida disciplina che è il pattinaggio e ciò nonostante le difficoltà legate all’assenza di strutture adeguate in città’.

Per l’occasione ci sarà anche una esibizione artistica di alcuni pattinatori che hanno partecipato ai Campionati nazionali. E poi giocolieri, bolle di sapone, magic show e tanto divertimento per favorire l’inclusione sociale e sensibilizzare le famiglie sul tema dell’accoglienza. ‘Siamo felici di accogliere bambini e ragazzi stranieri – aggiunge Vito Piscitelli, direttore dell’oratorio del Buon Pastore – e speriamo che questo evento possa essere solo l’inizio di una partecipazione costante. Abbiamo già sperimentato con successo in passato questo tipo di convivenza e lo scambio sociale e culturale ha contribuito a costruire dei legami molto forti’. L’iniziativa di sabato rientra nelle attività del progetto ministeriale LGNet Assistenza emergenziale, finanziato dal Fami (Fondo asilo migrazione e integrazione) dell’Unione europea. Saranno presenti anche i rappresentanti del Comune di Caserta in quanto ente capofila.