www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Italiani e stranieri ripuliscono gli spazi verdi in via Gemito

La scelta dell’area è il risultato di un sondaggio tra i casertani. Sabato 12 marzo i volontari saranno impegnati dalle ore 10,00 alle 12,30.

Riverniciare le panchine, tagliare l’erba, installare nuovi cestini e ripulire i marciapiedi. Sono alcuni degli interventi di pubblica utilità che diversi volontari – italiani e stranieri – svolgeranno sabato 12 marzo dalle ore 10,00 alle 12,30 in via Gemito a Caserta. Si tratta di una iniziativa promossa dalla cooperativa sociale ‘Csc – Credito senza Confini’ – di cui è referente Hasnae Guettaya – nell’ambito del progetto ministeriale LGNet Assistenza emergenziale, co-finanziato dal Fami (Fondo asilo migrazione e integrazione) dell’Unione europea.

Progetto che nell’ultimo anno ha visto più volte i migranti, adulti e minori, impegnati in azioni di rigenerazione urbana insieme ai cittadini casertani. In villetta Giaquinto, in piazza Cavour, nei rioni Tescione e Vanvitelli e prossimamente anche al Parco degli Aranci. Duplice la finalità: consentire agli stranieri di rendersi utili, contribuendo così alla riqualificazione del territorio nel quale vivono, e al tempo stesso accelerare quel processo di integrazione sociale che non può prescindere da un ruolo di cittadinanza attiva.

La scelta delle aree di intervento non è poi casuale ma il risultato di un questionario somministrato ad oltre duecento famiglie della città. Ai casertani è stato chiesto quali fossero gli spazi da riqualificare in quanto abbandonati al degrado oppure colpiti da atti di vandalismo. La risposta dei cittadini non si è fatta attendere. E neanche l’intervento concreto dei volontari.

Gli immigrati coinvolti sono i minori stranieri non accompagnati ospitati nelle strutture di Cidis onlus e i maggiorenni accolti nell’ambito del Sai (Sistema di accoglienza e integrazione) ‘Mille soli’ di Caserta. “Registriamo sempre grande entusiasmo da parte dei volontari che partecipano a queste iniziative – spiega Khalid Elsheikh, vice coordinatore e referente dell’area integrazione del progetto Sai adulti – il loro vuole essere un segnale di gratitudine e di riconoscenza nei confronti del Paese che li ha accolti ma contemporaneamente desiderano anche contribuire a migliorare la vivibilità del luogo in cui studiano o lavorano. È con questo spirito che affrontano tutte le attività, in particolare quelle outdoor, dedicate alla manutenzione e alla conservazione dei parchi, degli spazi verdi e più in generale delle aree pubbliche con l’intento di migliorarne la fruizione”. All’iniziativa di sabato sarà presente anche un rappresentante del Comune di Caserta che è l’Ente capofila del progetto LGNet.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie