www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Il TAR Campania da 15 giorni al Comune di Caserta per conoscere la localizzazione del biodigestore

Primi grattacapi per il nuovo Sindaco di Caserta, Carlo Marino.

Quindici giorni al Comune di Caserta per conoscere la localizzazione del biodigestore. È quanto emesso nell’ordinanza del Tribunale Amministrativo Regionale della Campania relativo al ricorso numero 3370 del 2020, proposto dai Comuni di San Nicola La Strada, Casagiove, Recale, Capodrise, dal circolo Legambiente Caserta, dal movimento Speranza per Caserta, e dagli ex consiglieri comunali di opposizione alla passata amministrazione Marino, Norma Naim e Francesco Apperti, rappresentati e difesi dall’avvocato Paolo Centore, contro il Comune di Caserta, rappresentato e difeso dall’avvocato Sergio Turturiello, con cui chiedono l’annullamento della delibera di Giunta Comunale di Caserta n. 79 del 26/06/2020, mai notificata, relativa alla costruzione e localizzazione dell’impianto per smaltimento dei rifiuti urbani denominato impianto di compostaggio con recupero di biometano.

Si legge nell’ordinanza: “Visti il ricorso e i relativi allegati; Visto l’atto di costituzione in giudizio di Comune di Caserta; Vista l’istanza istruttoria depositata in data 25.10.2021 da parte ricorrente; Visti gli artt. 46, co. 2, e 65, co. 3, cod. proc. amm.; Ritenuto che non possa essere accolto l’istanza di acquisizione istruttoria relativa ad atti e informazioni oggetto di separati e diversi giudizi e/o di provvedimenti istruttori disposti nell’ambito degli stessi; Ritenuto, invece, che possa essere disposta l’acquisizione degli atti e documenti in base ai quali l’atto impugnato è stato emanato, quelli in esso citati e quelli che l’amministrazione ritiene utili al giudizio, ivi compresi eventuali documentati chiarimenti in ordine alla “persistente attualità” dell’approvazione e localizzazione dell’impianto per smaltimento dei rifiuti urbani denominato impianto di compostaggio con recupero di biometano, censurato; Considerato che al predetto adempimento l’Amministrazione dovrà provvedere entro quindici giorni dalla notificazione o comunicazione in via amministrativa della presente ordinanza“.

Durante l’ultima campagna elettorale che lo ha visto riconfermarsi a Primo Cittadino, Carlo Marino ha dichiarato più volte di voler cambiare localizzazione dell’impianto rifiuti, da Ponteselice, a circa 1 chilometro in linea d’aria dalla Reggia, ad altra località. Ora però ha solo 15 giorni per farlo.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie