www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Il 2 giugno riapre il museo dei Gladiatori

Il 2 giugno, in coincidenza con la Festa della Repubblica la Direzione regionale Musei della Campania riapre contemporaneamente 9 strutture, 5 a Napoli e 4 nel territorio campano, tra cui il museo dei Gladiatori di Santa Maria Capua Vetere.

A Santa Maria Capua Vetere, dopo la positiva riapertura dell’anfiteatro Campano del 19 maggio alla presenza della direttrice della Direzione regionale Musei della Campania Marta Ragozzino, il Museo dei Gladiatori, dopo il lockdown dell’8 marzo, schiude le sue porte restituendo al pubblico una lettura completa degli apparati architettonici e decorativi di uno dei più importanti anfiteatri del mondo romano, secondo per dimensioni solo al Colosseo.

Il Museo dei Gladiatori viene inaugurato nel 2002 per narrare la storia del sito e degli eroi dell’arena, trasformando un precedente Antiquarium realizzato negli scorsi anni Quaranta per la conservazione dei materiali provenienti dagli scavi del casertano, in particolare di quelli dell’antica Capua.

Articolato in due ambienti, il museo presenta una significativa collezione dei rilievi marmorei che ornavano l’anfiteatro. La prima sala è dedicata ai giochi gladiatori con copie dal vero delle armature rinvenute a Pompei, e pannelli didattici che illustrano le varie classi di gladiatori. Busti di divinità, che decoravano le chiavi d’arco del primo portico dell’anfiteatro, invitano ad entrare nella seconda sala dove, in una suggestiva ricostruzione d’ambiente sono esposti i bassorilievi marmorei che ornavano la cavea (vomitoria) riproducendo momenti della costruzione dell’anfiteatro, episodi mitologici e scene di caccia che alludono alle venationes rappresentate nell’arena.

In occasione della riapertura del Museo dei Gladiatori sarà presentato il virtual tour del sito e dell’Anfiteatro e un audio-racconto per i più piccoli, dedicato all’alimentazione dei gladiatori.

Insieme alla direttrice del sito Ida Gennarelli, e allo staff del museo saranno le istituzioni il Consorzio Arte’m, Amico Bio, Le Nuvole e le numerose associazioni che condividono i progetti di inclusione e di valorizzazione dell’antica Capua e della Via Appia con il progetto “Appia Felix” in una prospettiva di rete culturale sempre più ampia, basata su un dialogo concreto con e per la collettività.

Saranno presenti Antonio Mirra sindaco di Santa Maria Capua Vetere, Rosanna Cioffi prorettrice dell’Universita’ degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, Carlo Rescigno professore associato di Archeologia Classica Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli e tante altre personalità.

Massima attenzione è stata rivolta alla sicurezza dei visitatori, applicando tutte le misure previste dalla normativa anti COVID-19 illustrate nell’allegato “Percorsi per una visita in sicurezza “ Consigliamo la prenotazione al fine di regolamentare adeguatamente il flusso dei visitatori Ricordiamo inoltre che è possibile acquistare il biglietto direttamente su www.vivaticket.com. Sono disponibili i seguenti supporti alla visita: audioguida e app ‘Santa Maria l’Antica Capua’ Per info e prenotazioni: Biglietteria anfiteatro campano 0823/1831093 anfiteatro_smcv@arte-m.net

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie