www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Grazzanise, simpatica iniziativa del Comune, a maggio inizia il corso gratuito di teatro per bambini

L’Amministrazione comunale di Grazzanise ha lanciato una simpatica ed interessante iniziativa dedicata ai più piccoli. A partire da maggio 2022 sarà infatti possibile frequentare gratuitamente il corso di teatro, previa iscrizione da effettuarsi mediante l’invio del modulo di adesione entro il 30 aprile; il modulo è scaricabile dal sito istituzione del comune.

Il corso sarà tenuto da Pino Carbone, Rita Russo e Alfonso D’Auria che fanno parte del collettivo artistico Progetto Nichel. Il laboratorio si svolgerà dal 3 Maggio al 30 Giugno presso il comune di Grazzanise, tutti i martedì dalle 16 alle 19. “ Una balle iniziativa quella messa su dall’Amministrazione comunale di Grazzanise ed organizzata dal Progetto Nichel.

L’avventura teatrale può diventare un momento fondamentale per la formazione dei più piccoli. Il teatro contribuisce a stimolare la fantasia e la creatività, entrambe fondamentali per lo sviluppo della personalità. Favole materiali è un progetto laboratoriale di formazione dedicato a bambini dai 6 ai 10 anni. L’obiettivo di questo percorso è quello di sviluppare e stimolare la coscienza creativa e di strutturarla e provocarla negli anni più delicati quelli pre-adolescenziali”. Così il primo cittadino Enrico Petrella. Il corso è dedicato ai bambini dai 6 agli 8 anni.

“Abbiamo scelto di associare in questo percorso formativo due materie, due ambiti: le favole e la coscienza sociale. Le favole sono sempre state viste come qualcosa di distante, scritto o tramandato, qualcosa che non ci riguarda, qualcosa di irrealizzabile, di lontano del quale non siamo protagonisti; esattamente come tutti i video, i cartoni, le notizie, che ci arrivano tramite telefono o pc, qualcosa da guardare o al massimo da ascoltare e se invece ne diventassimo i narratori, i protagonisti se le indossassimo? E’ proprio in questa vestizione, nel mettersele addosso, nel renderle materia viva che fuoriesce il loro grande potenziale formativo, smettono di essere archetipi lontani, non si sente l’eco della morale ma solo la verità e la concretezza di giocare ad agire: attore e non fruitore”.

Così Rita Russo, del collettivo Progetto Nichel. “ Agire insieme in un contesto condiviso quello laboratoriale, con un linguaggio quello teatrale capace di far emergere ogni singola peculiarità, nella creazione di una microsocietà all’interno della quale ognuno è responsabile e necessario per l’altro e per il gruppo tutto. La favola scelta per questo percorso laboratoriale è Pollicino attraverso la quale indagheremo diverse tematiche di coscienza sociale da leggere e tradurre in atto pedagogico ed artistico insieme. Auguro a tutti un buon divertimento e sono certa che il corso sarà un grande momento di arricchimento e di crescita” –conclude Russo.