www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Giallo mensa scolastica, Caiazzo Bene Comune chiede tempi certi al Sindaco

“Ancora nessuna programmazione da parte del comune, le famiglie attendono risposte sull’avvio del servizio che rischia di slittare di molte settimane”.

“Ma partirà mai quest’anno la mensa scolastica nei plessi di Caiazzo? Il tutto sembra essere avvolto da mistero ed il sindaco Giaquinto in Consiglio Comunale non ha saputo fornire alcuna risposta certa alla nostra interrogazione, nel mentre le mamme vogliono conoscere tempi e modalità del servizio”. A porsi la domanda è il gruppo consiliare di Caiazzo Bene Comune che, dopo aver portato la questione all’attenzione dell’ultima seduta dell’Assise cittadina, ancora attende di capire come intende muoversi l’amministrazione comunale sulla questione della refezione nelle scuole cittadine.

“Nessuno dal Comune è in grado di dare una risposta certa alle richieste nostre ma, soprattutto, delle famiglie caiatine. Il sindaco dice che la Dirigente Scolastica non ha formalmente chiesto al comune che venisse attivata la mensa e che, addirittura, la stessa Preside potrebbe pensare di non optare per la mensa e di prevedere le attività didattiche anche il sabato.

La Dirigente Scolastica, invece, pare sostenga che il sindaco non abbia dato ancora la disponibilità per il servizio mensa, ma a questo punto l’importante è che la decisione arrivi il prima possibile anche perché i genitori hanno iscritto i propri figli nelle scuole di Caiazzo con la convinzione o la certezza che vi fosse il tempo pieno, altrimenti nel caso contrario avrebbero potuto optare per altri comuni vicini”, fanno notare i consiglieri Marilena Mone, Mauro Carmine Della Rocca e Andrea Costantino.

“Noi consiglieri del gruppo Caiazzo Bene Comune chiediamo alla dirigente scolastica Santagata ed al sindaco Giaquinto, facendoci portavoce anche delle numerose richieste da parte di genitori, che sia attivata la mensa scolastica sia per l’infanzia che per le elementari e che, in tempi brevi, si comunichi ai genitori la decisione in modo che possano organizzarsi. Del resto, in quasi tutti i comuni limitrofi la mensa era già stata prevista molto prima che la scuola iniziasse, ma come al solito, Caiazzo sconta i ritardi atavici di un’Amministrazione distratta e distante dalle reali esigenze dei caiatini”, conclude la minoranza consiliare.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie