www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Erosione costiera in località Bagnara di Castel Volturno, audizione dinanzi alla VII Commissione Ambiente della Regione Campania per Comune e Associazioni

Zannini: è forte la volontà della Regione di risolvere il problema attraverso due progetti paralleli che vedono come soggetti attuatori il Comune di Castel Volturno e l'autorità di bacino.

La VII Commissione Ambiente, Energia e Protezione Civile del Consiglio Regionale della Campania presieduta da Giovanni Zannini si è riunita, in mattinata, per discutere della questione dell’erosione costiera del litorale domitio, un fenomeno che da tempo si verifica, in particolare, in località Bagnara del comune di Castel Volturno.

L’audizione era stata chiesta dell’associazione Bagnara che Vive per la drammatica situazione che si è creata per effetto del fenomeno erosivo, ed ha trovato il sollecito riscontro da parte del Presidente Zannini che convocato la seduta cui hanno partecipato, oltre lo stesso consigliere regionale e numerosi rappresentanti della Regione Campania, anche l’Ing. Massimo Morea, responsabile Settore Idraulico dell’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale, il Sindaco del Comune di Castel Volturno, Luigi Umberto Petrella, il vice sindaco Pasquale Marrandino, l’Arch. Pirozzi, l’Arch. Antonio Cecoro dell’associazione “ASSODEMANIALI Campania”, ed il presidente dell’associazione “Bagnara che Vive”, Aldo Di Resta.

“L’audizione è servita a fare il punto della situazione e a chiarire alcuni aspetti della questione, atteso che, dagli interventi, è emerso che il fenomeno erosivo a Bagnara è attenzionato e c’è la volontà di risolverlo da parte delle istituzioni preposte. Al momento, sussistono due progetti su Bagnara che stanno viaggiando parallelamente, uno che vede come soggetto attuatore il Comune di Castel Volturno e l’altro l’Autorità di Bacino”, dichiara il presidente Zannini.

Il primo progetto da 8 milioni di euro, previsto dal Protocollo d’intesa sottoscritto nel 2018 tra la Regione Campania ed il Comune di Castel Volturno, la Regione stamattina ha affermato che non ci sono problemi perché l’impegno è stato formalmente preso e quindi l’opera sarà finanziata.

Il secondo progetto dell’Autorità di bacino, inserito nel Repertorio Nazionale degli interventi per la Difesa del Suolo (ReNDiS), ha avuto già il finanziamento per la progettazione esecutiva, che è in gara, ed è stato già pianificato il finanziamento della realizzazione delle opere per complessivi 10milioni di euro.

Di fronte all’esigenza di un incontro tra i due soggetti attuatori per un raccordo tra i diversi interventi e per verificare la congruenza tra entrambi i progetti, evitando così aree di sovrapposizione, il presidente della VII Commissione Ambiente ha fissato un incontro già per il prossimo venerdì 11 febbraio, con la partecipazione anche dei rappresentanti della Regione e dell’Autorità di bacino, del vice sindaco di Castel Volturno Marrandino e del presidente dell’associazione “Bagnara che Vive”.

Infine, per quanto riguarda il documento di Valutazione Impatto Ambientale (VIA), sulla cui legittimità la Commissione del Comune ha recentemente manifestato perplessità relativamente alla sua redazione da parte di un organo comunale e non regionale, la Regione ha chiarito che il VIA è, per questa fattispecie di lavori, di competenza regionale.

“L’audizione di oggi è stata la prima di una serie di incontri tecnici che hanno l’obiettivo di portare a termine il programma di salvaguardia e rilancio dell’area, perché è importante dare la giusta priorità a tale attività di tutela ambientale e di difesa del suolo marino”, conclude Zannini (De Luca Presidente).

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie