www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Digestore anaerobico a Caserta. Ursomando (FdI), Amministrazione Marino sorda alle voci dei cittadini

“Ormai è chiaro come l’amministrazione comunale di Caserta targata Carlo Marino sia diventata sorda alle voci dei cittadini assumendo decisioni fondamentali per il futuro della città senza alcuna condivisione né con le forze politiche né con le associazioni riconosciute presenti sul territorio.

Ultimo esempio è la delibera approvata in tutta fretta dalla giunta comunale di Caserta con la quale è stato approvato il progetto definitivo del biodigestore anaerobico, ricollocandolo, dopo un’inutile e costosa valutazione di altri siti, a Ponteselice, in zona ASI, a due passi dalla Reggia di Caserta.

FDI esprime il netto dissenso a questa scelta scriteriata della giunta comunale. È impensabile realizzare una struttura del genere, che dovrebbe trattare 40 mila tonnellate di rifiuti umidi all’anno, in una zona vincolata a pochi passi dalla Reggia di Caserta. D’altronde qualche dubbio sarà venuto anche al sindaco e alla giunta comunale se nei mesi scorsi hanno avviato una procedura per verificare la possibilità di trasferire il biodigestore nell’ex cava Fran.Ca di Casa Mastellone.

Tuttavia, pur di non perdere i fondi regionali, la giunta Marino ha frettolosamente fatto una clamorosa marcia indietro e ricollocato il biodigestore in zona Ponteselice. La perdita di un finanziamento non può giustificare il pregiudizio della tutela della salute pubblica o della tutela del valore paesaggistico di un territorio e di un monumento di portata internazionale come la Reggia di Caserta.

Per tale motivo, noi di FDI confidiamo nel puntuale intervento della sovrintendenza, deputata ad emettere il parere sulla compatibilità paesaggistica, teso alla tutela non solo del complesso vanvitelliano vanvitelliano ma dell’intero valore paesaggistico della conurbazione casertana già fortemente compromesso dall’indiscriminata azione che le cave hanno compiuto, negli anni, ai monti Tifatini.

In ogni caso il nostro dipartimento ambiente, presieduto da Adriana Giusti, ha elaborato un’interrogazione consiliare che sarà presentata dal nostro consigliere comunale Stefano Mariano, per essere informato sulle motivazioni che hanno portato l’amministrazione a ritornare sui propri passi piuttosto che individuare nuovi siti più congeniali, anche attraverso la collaborazione con i comuni limitrofi”. Questo è quanto dichiara Claudio Ursomando, responsabile organizzazione FDI Caserta.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie