www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Covid-19. La statunitense Moderna annuncia: “Il nostro vaccino è efficace al 94,5 percento”

Un nuovo vaccino contro il Covid-19 è stato annunciato dall’azienda statunitense Moderna con sede a Cambridge nel Massachusetts. I risultati ottenuti, circa il 94,5% di efficacia, si aggiungono a quelli raggiunti da Pfizer e fanno ben sperare possano essere la strada giusta per sconfiggere il virus. La società americana nelle prossime settimane chiederà l’autorizzazione alla commercializzazione del vaccino alla Food and Drug Administration, l’ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, pertanto non si conoscono i tempi ma si può ipotizzare che possa essere reperibile in Europa agli inizi del 2021.

Anthony Fauci, risultati molto confortanti

Sono risultati molto confortanti” – ha detto Anthony Fauci, stimato immunologo degli Stati Uniti – “Il 94,5% è un dato davvero eccezionale“. Le vaccinazioni potrebbero iniziare nella seconda metà di dicembre, ha detto Fauci, iniziando da pazienti ad alto rischio.

La sperimentazione ha coinvolto 30.000 persone negli Stati Uniti

La scorsa settimana, Pfizer ha annunciato che i primi dati hanno dimostrano che il suo vaccino è efficace per oltre il 90%. Nella sperimentazione di Moderna, a 15.000 partecipanti è stato somministrato un placebo, sostanza farmacologicamente inerte, usata nelle sperimentazioni cliniche per eseguire confronti con medicamenti attivi. Per diversi mesi, 90 di loro ha sviluppato il Covid-19, di cui 11 con forme gravi della malattia. Ad altri 15.000 pazienti è stato somministrato il vaccino e solo cinque di loro hanno sviluppato una lieve forma di Covid-19.

L’azienda americana afferma che con il suo vaccino nessun paziente ha mostrato effetti collaterali gravi. Una piccola percentuale di coloro a cui è stato somministrato ha manifestato lievi sintomi come dolori muscolari e mal di testa.

I Vantaggi pratici del vaccino dichiarati dall’azienda

Mentre i due vaccini sembrano avere profili di sicurezza ed efficacia molto simili, quello di Moderna ha un vantaggio pratico significativo rispetto a Pfizer.

Il vaccino della Pfizer deve essere conservato a meno 75 gradi, mentre quello di Moderna a meno 20 gradi, pertanto può essere mantenuto in “un congelatore prontamente disponibile che è disponibile nella maggior parte degli studi medici e delle farmacie“, dichiara l’azienda.

Altro vantaggio del vaccino dichiarato dall’azienda è che può essere conservato per 30 giorni in refrigeratori, ha annunciato la società, mentre quello di Pfizer può durare solo cinque giorni.

Il nuovo libro di Ferdinando Terlizzi

Il nuovo libro di Ferdinando Terlizzi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie