www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Cosa succede al comune ed alle società collegate?

Riceviamo e pubblichiamo comunicato della Cisas Campania

Traffico impazzito a Caserta capoluogo, anche a causa dei numerosi lavori sempre in corso, ora anche per la costruzione di piste ciclabili, ritenute dai cittadini inutili al centro della città e proprio laddove è difficile l’utilizzo delle biciclette.

I cittadini chiedono al Comune di fare cose serie per la città, invece delle solite cretinate, per il tramite dello Sportello del Cittadino-Cisas, unico strumento idoneo a dar voce ai cittadini stessi contro gli abusi ed i disservizi delle varie Società che lavorano per conto del Comune.

In modo particolare, i residenti lamentano che – ancora oggi, dopo mesi – gli Uffici del Comune e quelli delle Società, che svolgono lavori per conto del Comune, sono ancora inibiti al pubblico. Gli addetti, senza nulla fare in ufficio, non hanno nemmeno la sensibilità di dare qualche segno di vita verso quei cittadini utenti, costretti ad aspettare lungamente al sole, specie gli anziani, come accaduto più volte.

Gli impiegati, comodamente seduti al fresco, non si degnano nemmeno di dare qualche spiegazione al pubblico ormai imbestialito, specialmente nei riguardi degli Amministratori e dei consiglieri comunali, che non vedono cosa avviene nella città.

Grave, poi, l’esposizione di inutili cartelli, che invitano gli utenti ad utilizzare i siti internet mentre parecchi cittadini, specie gli anziani, non hanno nemmeno le dovute apparecchiature, tanto meno riescono ad utilizzarle.

A seguito delle vibranti segnalazioni effettuate allo Sportello del Cittadino-Cisas da numerosi residenti, la Segreteria cittadina della Cisas si rivolge all’amministrazione comunale di Caserta ed alle Società, che svolgono il lavoro amministrativo per conto del Comune, di aprire regolarmente tutti gli Uffici al pubblico, la cui chiusura attualmente – specie dopo le ultime norme – è del tutto illegale, anche perché il personale è in servizio, non essendo stato messo in cassa integrazione.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie