www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Coronavirus, un decesso nel casertano e contagi in aumento

L'Asl monitora i focolai di immigrati nel territorio della provincia

Continuano i decessi nel casertano. Il Coronavirus colpisce ancora. Questa volta la vittima è una donna di 73 anni di Conca della Campania, ricoverata pochi giorni fa al Covid-Hospital di Maddaloni. La donna era risultata positiva circa dieci giorni fa. A contagiarla la badante rumena che poco prima era stata individuata tra gli infetti.  Oltre alla vittima 73enne, anche altre quattro persone sembrano essere positive per lo stesso ceppo di contagio.

Si tratta del primo decesso in provincia fra gli ultimi focolai esplosi e registrati dall’Asl. Pare sia l’unico decesso di questa settimana, ma il report sanitario della Regione conta tanti altri contagi in queste ultime tre giornate. La donna 73enne – in ogni caso – aveva già delle patologie prima di essere infettata dal virus del Covd-19. Le condizioni della anziana donna sono così peggiorate durante tutto il periodo di ricovero in Terapia intensiva. Poi, purtroppo, il decesso.

Non finiscono qui i casi di contagio. Emergono da ieri altri tre casi da Villa Literno. Sono sempre extracomunitari ospitati, però, nel centro di accoglienza. Nonostante la positività al virus, nessuno di loro presenta sintomi. Continuano comunque la quarantena. Qui sembra si tratti di un focolaio abbastanza controllato. La comunità d’accoglienza colpita è infatti contenuta ed isolata proprio per evitare rischi di contagio. Si destabilizza intanto il numero dei decessi con Covid che da molte settimane dopo il lockdown sembrava essere fermo.

Al momento gli attuali positivi in provincia di Caserta sono i seguenti. 53 a Mondragone, 10 a Villa Literno, 6 a Castel Volturno, 4 a Conca della Campania, 3 a San Felice a Cancello, 2 a Carinola, 2 a Falciano del Massico, 2 a San Nicola la Strada, 1 a Capua, 1 a Lusciano, 1 a Piedimonte Matese, 1 a Raviscanina, 1 a Recale, 1 a Presenzano, 1 a Sessa Aurunca, 1 a Teano, 1 a Teverola, 1 a Trentola Ducenta e 1 a Villa di Briano. Centinaia di persone, inoltre, sono in quarantena obbligatoria e tanti sono i guariti. Attualmente si contano solo 46 decessi.

L’Asl Caserta continua i controlli. A Villa Literno sottoposti a screening puntuali i contagiati. Anche il personale della struttura alberghiera d’accoglienza è monitorato. Messi in quarantena pure gli altri membri della comunità. Pertanto, non sembra preoccupante la situazione sanitaria. Alcuni medici rassicurano la cittadinanza, ma mai abbassare la guardia e continuare ad indossare le mascherine per prevenire il rischio di contagio.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie