www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Continuano le dispute interne al PD Caserta. Nuovo documento contro il sindaco Carlo Marino

Ai dissidenti non è andata giù la ritrattazione di Battarra e l'avvicendamento di Pica "Unico tecnico, in amministrazione e professore universitario in materia di bilancio". "Carlo Marino persevera in un metodo nefasto".

Dopo l’avvicendamento nell’assessorato alle finanze del Comune di Caserta, tra il prof. Pica e la d.ssa Gerardina Martino del 8 marzo scorso, arriva la nota stampa di 4 dei 5 componenti il direttivo cittadino del Partito Democratico, che nella riunione del 11 gennaio scorso, a mezzo di un documento congiunto, avevano contestato la ricandidatura dell’avv. Carlo Marino a sindaco di Caserta.

In quella seduta si sarebbe dovuto ratificare “l’incarico” al segretario cittadino Tresca, di rappresentare il Partito Democratico al tavolo del centro-sinistra. L’intento di Tresca era quello di orientare la coalizione alla riconferma dell’attuale primo cittadino. I favorevoli alla rielezione risultarono 10 tra cui Enrico Tresca, Franco De Michele, Gianni Comunale, Andrea Boccagna, lo stesso sindaco Carlo Marino e Michele De Florio. Tre invece i contrari: Pietro Canzano, Maria Canzano e Angela Cerrito. A Vincenzo Battarra e Giovanna Abbate se pur contrari saltò il collegamento streaming e non poterono votare.

I 5 dissidenti, Giovanna Abbate, Maria e Pietro Canzano, Angela Cerrito e Vincenzo Claudio Battarra contestavano che il segretario cittadino del partito, Enrico Tresca usasse “gli organismi statutari del partito come uno strumento di ratifica a decisioni già prese e comprimendo il doveroso e legittimo dibattito democratico”. Ad oggi il consigliere comunale Battarra, ha ritirato la firma sul documento congiunto. Di seguito la nota stampa congiunta di Cerrito, Abbate e di Pietro e Maria Canzano.


Con la nomina di ieri 09/03/2021 nella giunta Marino del nuovo assessore, è stato sostituito l’unico tecnico, in amministrazione – professore universitario in materia di bilancio – per sanare, si dice, la spaccatura all’interno del PD.

Carlo Marino persevera, a pochi mesi dal voto, quindi, con risultati sicuramente nulli in termini di efficacia, in un metodo nefasto: scegliere i componenti della giunta non per le competenze, ma in base alle appartenenze, con i risultati amministrativi negativi che sono sotto gli occhi di tutti.

Inoltre i cambiamenti posti sono sempre riferimento diretto del Sindaco, a differenza del messaggio distolto dato dalla attuale amministrazione ai media. La nostra azione è sempre stata motivata da esigenze di cambiamento sia del partito, sia dell’amministrazione stessa, purtroppo da anni inascoltati.

Ad oggi il consigliere comunale Vincenzo Claudio Battarra ha ritirato la sua firma dal documento letto nel direttivo cittadino del PD il giorno 11 gennaio 2021. Noi invece andiamo avanti per la nostra strada, con coerenza e lealtà cercando un lavoro di sintesi per il collettivo scevro da individualismi.

Caserta, Comunali 2021. Tensioni nel PD. Battarra e altri 4 contro Tresca. Non vogliono il Marino bis

Stretta l’alleanza Carlo Marino – Gennaro Oliviero in vista delle Comunali. Gerardina Martino nuovo assessore, sostituisce Pica

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie