www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Caserta, LA VERITÀ sull’incidente di ieri sera al Rione Vanvitelli

Grave il centauro. Distrutta la macchina della giovane donna. Tutta questione di imprudenza

Alcune discrepanze sull’incidente stradale avvenuto ieri pomeriggio – 3 dicembre – in via E. Ruggiero nel centro di Caserta (CE). Lo scontro fatale avveniva all’incrocio con via Collecini, precisamente tra la Caserma “Amico” e il Rione Vanvitelli. Ciò che va chiarito è principalmente la dinamica dell’accaduto.

L’inchiesta

Alle ore 17:00 circa, un forte schianto ha attirato l’attenzione di molti. Due i veicoli coinvolti: una motocicletta Honda, condotta da un giovane avvocato, e una smart nera, condotta da una ragazza e non da una donna più adulta come trapelato. Ad avere la peggio è stato il motociclista, il quale è ancora ricoverato al nosocomio con gravissime lesioni. Ha infatti riportato una compromissione del polmone sinistro e un rottura del naso e forse anche del mento.

La dinamica è finalmente più chiara e vogliamo perciò riportarla ai nostri lettori. La smart, proveniente da via Collecini, si immetteva in via Ruggiero senza rispettare lo stop, mentre il motoveicolo, proveniente da via Ruggiero a velocità sostenuta, impattava inevitabilmente contro l’autovettura che terminava la sua manovra scorretta.

Per l’impatto – da precisare, molto violento – la moto rovinava al suolo e l’automobile si distruggeva nella parte anteriore ora totalmente inesistente. Anche per la giovane conduttrice dell’auto qualche lieve danno fisico, ma di minore importanza.

Pubblicità

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie