www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Caserta, la Giunta approva piano dei fabbisogni di personale per il triennio 2022/2024

La Giunta Comunale, su proposta dell’assessora al Personale e alla Riorganizzazione Uffici e Servizi, Annamaria Sadutto, ha approvato la delibera relativa al Piano dei fabbisogni di personale per il triennio 2022/2024. L’obiettivo è ottimizzare l’impiego delle risorse pubbliche disponibili e perseguire obiettivi di performance organizzativa, efficienza, economicità e qualità dei servizi ai cittadini.

Il Piano è stato redatto innanzitutto per venire incontro alle più urgenti esigenze di riorganizzazione della macchina comunale, al fine di ottimizzarne il funzionamento, a partire dalla necessità di procedere alla copertura dei posti vacanti delle posizioni dirigenziali per la reggenza e la direzione del Settore dell’Area tecnica e del Settore dell’Area finanziaria. E’ inoltre emersa l’esigenza di adeguamento dell’attuale organizzazione mediante una graduale e razionale distribuzione dei compiti e delle funzioni in capo alle strutture di massima dimensione, anche attraverso l’istituzione di un nuovo settore nell’area tecnica per la gestione delle materie ambientali e del territorio.

Nell’ampia relazione allegata al provvedimento, redatta dal dirigente del settore, si rileva, inoltre, che il Comune di Caserta conferma la condizione di virtuosità accertata con i dati relativi al triennio 2017/2019, in quanto rientra tra gli enti che registrano un valore spesa personale / entrate correnti inferiore al “valore soglia più basso”, la cosiddetta “soglia di virtuosità”. E ciò ha permesso di procedere alla determinazione delle capacità assunzionali da utilizzare nel quinquennio 2020/2024

Sono state quindi individuate le unità di personale da assumere per la copertura dei posti vacanti in dotazione organica, strettamente necessarie a garantire la massima funzionalità dei servizi e che meglio rispondono alle esigenze dell’Ente per la realizzazione dei piani e dei programmi dell’Amministrazione comunale: 42 le assunzioni previste nel corso del 2022, incluse due posizioni dirigenziali, 7 nel 2023, di cui un dirigente, 9 unità nel 2024.

“E’ un piano importante – ha spiegato il sindaco Carlo Marino – che segna una svolta nella gestione amministrativa e nella riorganizzazione della macchina comunale che. a regime, raggiungerà gli standard di efficienza cui abbiamo puntato da tempo. Ma ciò sarà possibile soltanto grazie al percorso di razionalizzazione complessiva dell’organico e della spesa dell’Ente avviato nei cinque anni precedenti. Mi preme ringraziare i dipendenti che, nonostante numerose difficoltà oggettive, hanno continuato a svolgere il proprio compito con professionalità, compensando con la loro abnegazione, le evidenti carenze di personale. Dopo vent’anni si tornerà ad assumere al Comune di Caserta. E presto potremo contare su una macchina amministrativa più forte ed efficace, pronta ad offrire servizi migliori ai cittadini. Ovviamente punteremo innanzitutto a rinforzare il settore tecnico e quello finanziario, per portare a termine celermente la pianificazione degli anni scorsi, dai Pics al Bando delle Periferie e, contestualmente, per affrontare le sfide di progettazione che ci attendono con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza”.

“Era necessario implementare, nel segno dell’efficienza e dell’efficacia dell’azione amministrativa – ha spiegato l’assessora Annamaria Sadutto – tutte le attività correlate alle linee di indirizzo e ai programmi da realizzare nel prossimo periodo. Ed è questo l’obiettivo prioritario della nostra programmazione sul personale che prevede, anzitutto, il reclutamento di un numero adeguato di specifiche figure professionali che garantisca il potenziamento della macchina amministrativa, a partire dai settori e dagli uffici che sono stati interessati da una forte riduzione di personale negli ultimi anni. Ma non solo. Abbiamo anche completato l’iter per l’assegnazione delle posizioni organizzative e delle responsabilità d’ufficio che i dipendenti meritano per quanto fatto in passato e per il grande impegno che dovranno garantire in futuro.

Il Piano dei Fabbisogni di Personale per il trennio 2022/24 è stato il frutto del costante e puntuale lavoro del settore risorse umane e della collaborazione con il settore finanziario, i cui dipendenti ringrazio per il grande impegno profuso. Ho apprezzato molto – ha concluso la Sadutto – il lavoro e il contributo delle organizzazioni sindacali che nella delegazione trattante hanno condiviso la nuova impostazione di collaborazione e discussione”.