www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Caserta. Cisas: “Croce Rossa, figli privilegiati?”

“Da giorni, continua la polemica sulla stampa circa gli esami di giovani per il servizio civile presso il Comitato della Croce Rossa Italiana di Caserta, Ente privato da anni in sostituzione dell’Ente pubblico CRI, che operava fattivamente e secondo legge.

Il Comitato CRI di Caserta è presieduto attualmente dalla signora Teresa Natale, già in passato resasi nota – secondo alcuni organi di stampa – per consegne di pacchi alimentari in alcune zone della città.

A dire delle attuali accuse, la signora Natale – nella sua funzione di presidente – avrebbe facilitato la selezione del proprio figlio al fine di collocarlo tra le 8 posizioni idonee, mentre altri giovani non avrebbero superato la prova selettiva.

Alle polemiche sorte sull’argomento, la presidente Natale ha giustificato la sua operazione perché nessuna norma prevedeva la esclusione di figli di dirigenti.

La Confederazione Cisas, cui sono pervenute apposite segnalazioni, ritiene che si poteva e si doveva evitare – anche per il buon nome della CRI – che la presidenza selezionasse figli o parenti stretti dei dirigenti. Quanto meno per motivi di opportunità!

Una volta scoppiato lo scandalo-polemica, la Segreteria della Cisas ritiene che la presidente Natale avrebbe dovuto – anche per sua correttezza e dignità – far ritirare il figlio dalla competizione, invece di fornire inutili giustificazioni.”

Pubblicità

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie