www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Caserta, arrivati i fondi per riaprire la vecchia scuola elementare di Tuoro

Pontillo: "Recuperiamo il patrimonio di Caserta"

C‘è l’appalto per l’ex scuola elementare di Turo di Caserta. Finalmente i fondi per procedere alla riapertura dell’edificio. Nei lavori rientrerà anche la scuola materna della frazione Santa Barbara.

Al via i primi interventi

scuola ementare tuoro degrado
Cancello d’ingresso della scuola di Tuoro oggi

Dopo mesi di lockdown è partito il progetto di riqualificazione e ripristino della fatiscente struttura comunale abbandonata in via Giampietro, ex via Falluti, della frazione Tuoro. L’Assessore all’edilizia scolastica del Comune di Caserta, Alessandro Pontillo, ha finalmente siglato gli accordi. Con i fondi del Mit sarà ora possibile intervenire sulla vecchia scuola elementare per ripristinarne la fruibilità. Nei giorni scorsi la ditta appaltatrice ha preso accordi col Comune per iniziare con la potatura delle piante. “L’intento – dice Pontillo – è quello di far ritornare in vita tutti i beni comunali che possiede Caserta. Ci stiamo impegnando per far riemergere le frazioni più dimenticate della nostra città“.

Il progetto è comprensivo di ben due lotti con fondi separati. Il primo è per l’adeguamento sismico e sarà messo in cantiere con gli stessi fondi Mit, il secondo, invece, con i finanziamenti della Regione Campania, servirà all’adeguamento elettrico. Coi finanziamenti regionali, però, cadrà un vincolo sulla struttura: non potrà esservi destinazione d’uso diversa da quella scolastica.

Puntare sulle infrastrutture pubbliche per migliorare la vivibilità delle frazioni

L’Amministrazione comunale, dunque, recupererà il patrimonio comunale. Eppure le strutture scolastiche – già solo a Turo e dintorni – sono troppe rispetto alle richieste dell’utenza. Si pensi che all’interno di Parco Primavera ha sede la scuola elementare che intorno al 2010 si trasferì proprio da via Giampietro a seguito della soppressione della scuola secondaria di primo grado che lì aveva sede.

scuola ementare tuoro degrado
Retro scuola di via Giampietro oggi

Insomma, ciò che è importate in questo momento è vedere, proiettandosi nel futuro, cosa potrà diventare Tuoro con le frazione a lei vicine. Il ragionamento dell’assessore Pontillo, del resto, non fa una piega: consentire alle borgate casertane di rinascere, specie ora che non ci sono più neanche farmacie, centri di commercio e delegazioni municipali sarà possibile soltanto puntando su progetti di miglioramento della vivibilità urbana, partendo proprio dalle infrastrutture pubbliche.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie