www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Carcere di Santa Maria Capua Vetere, ancora tensioni nella notte. Sei agenti della penitenziaria aggrediti

Si registrano ancora tensioni al carcere di Santa Maria Capua Vetere, dopo la vicenda delle proteste degli agenti della penitenziaria a seguito della modalità di consegna degli avvisi di garanzia inerenti la rivolta del 6 aprile scorso in piena pandemia. Nella notte sei agenti della Penitenziaria sono stati aggrediti da due detenuti extracomunitari che, dopo aver dato fuoco alla propria cella sono stati portati in infermeria. Durante il trasporto, i due reclusi hanno aggredito i poliziotti mettendo scompiglio sia nella sezione che nell’intero corridoio. Tre agenti sono finiti in ospedale per le ferite riportate. Uno di questi lamenta un trauma cranico provocato da un colpo di sgabello. I due extracomunitari sono stati denunciati all’autorità giudiziaria, e della vicenda è stato informato il provveditore regionale alle carceri.

Ci sentiamo abbandonati dalle istituzioni e dalla politica” – dice l’assistente capo della polizia penitenziaria presso la casa circondariale F. Uccella di Santa Maria Capua Vetere, Gaetano Napoleone.

Dell’accaduto ne parla anche l’ex ministro degli Interni Matteo Salvini che dalla sua pagina Facebook richiama l’attenzione del ministro della Giustizia Bonafede: “Prima la rivolta in carcere, senza che un delinquente sia stato punito. Poi 48 poliziotti indagati per “tortura”, e stanotte altre violenze e altri poliziotti feriti. Basta, il limite è stato superato: ministro Bonafede, sveglia!”

 

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie