www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Capua Il candidato sindaco Fernando Brogna: “No alla ZTL così come proposta dall’ultima Amministrazione di centro sinistra”

Il candidato sindaco Fernando Brogna dice no alla ZTL così come proposta dall’Amministrazione comunale guidata da Luca Branco, il cui percorso amministrativo si è interrotto nel mese di settembre 2021.

Con Deliberazione n. 27 dell’8/10/2019 la Giunta Municipale di centro sinistra, tra i suoi primi atti a pochi mesi dall’insediamento, votò la proposta di delibera relativa a Provvedimenti di attuazione del Piano Urbano del Traffico nel centro storico di Capua: indirizzi per l’istituzione della ZTL e del relativo controllo di accessi. Nel corpo della delibera si legge che l’intento di tale scelta è quello di “creare zone libere e decongestionate dal traffico, ridistribuire lo spazio stradale tra le diverse utenze della strada, ottenere una riqualificazione ambientale del territorio interno, contenendo il traffico di attraversamento, garantire una maggiore sicurezza, soprattutto per le utenze deboli, ridurre l’inquinamento atmosferico e da rumore nelle zone più abitate e frequentate del territorio, qual’è il centro storico”.  Il secco NO di Fernando Brogna a tale progetto.

“La nostra coalizione è francamente stupita della decisione dell’Amministrazione comunale che ha governato la città fino a settembre 2021 di accendere i varchi della ZTL in centro. Se la ragione di quei varchi è impedire l’afflusso delle auto lungo il Corso Appio o Via Gran Priorato di Malta per un problema di mobilità, è il caso di ricordare che non solo i turisti non scelgono Capua tra le città artistiche da visitare della provincia di Caserta per l’incapacità palese delle ultime due amministrazioni comunali rappresentate da Centore prima e Branco poi di realizzare un reale piano di sviluppo del turismo ma mancano anche i capuani che non frequentano più il centro. L’unico tratto da decongestionare è quello di Porta Roma, dove il traffico rallenta la circolazione delle auto per via della chiusura del Ponte Nuovo, per il quale l’Amministrazione uscente, ancora una volta, non è stata capace di risolvere nulla.

Non solo! Non ci risulta che per dare il via alla ZTL nel centro storico siano stati messi in campo più mezzi pubblici per raggiungere Corso Appio o Corso Gran Priorato di Malta, con l’ulteriore considerazione che la ZTL dovrebbe essere strettamente connessa ad un piano parcheggi, dove accanto alle strisce blu ci siano a disposizione spazi gratuiti, per portatori di handicap e per donne incinte. A nulla serve dire che ci sono degli spazi liberi di sosta se quegli spazi sono lontani dal centro storico e bisogna camminare tanto per poter effettuare le commissioni nel centro della città. Allora sì alla ZTL ma solo quando ci saranno le condizioni tali da poter alleggerire la presenza dei veicoli nel centro storico. Cosa diversa è la sosta selvaggia in centro, per la quale la Polizia Municipale comunque svolge già un’attività dio controllo, bilanciando perfettamente la necessità di non creare caos al passaggio pedonale con la possibilità di fare delle commissioni lampo”.