www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Bonus Condizionatori 2021, come richiederlo

Bonus condizionatori 2021, confermata detrazione fiscale del 50% e del 65%, quali i requisiti  e le modalità per accedere al bonus condizionatori con o senza ristrutturazione. 

Il bonus condizionatori 2021 permette di accedere a una detrazione fiscale fino al 65% per chi acquista un condizionatore a risparmio energetico o sostituisce l’impianto precedente con uno nuovo a pompa di calore e ad alta efficienza energetica. Vediamo nei dettagli come funziona il bonus condizionatori 2021, le modalità e i requisiti per accedere ai rimorsi statali.

Bonus condizionatori 2021, come funziona la detrazione

La Legge di Bilancio 2021 ha confermato l’agevolazione valida per l’acquisto di un climatizzatore nuovo o per la sostituzione di uno già esistente. Grazie al bonus condizionatori è possibile infatti ottenere un rimborso fiscale se si acquista un condizionatore ad alta efficienza energetica, oppure se si sostituisce il proprio dispositivo con un altro modello a pompa di calore a risparmio energetico. Qualora si stia traslocando in una nuova casa bisognerà eseguire il nuovo allaccio delle utenze energetiche le quali, abbinate ai migliori elettrodomestici presenti sul mercato, faranno abbassare notevolmente gli importi delle nostre bollette.

La legge di Bilancio 2021 ha confermato la proroga fino al 31 dicembre 2021 in merito alle detrazioni fino al 65% per tutte le spese relative alla riqualificazione energetica effettuate nel periodo compreso tra il 1 luglio 2020 e il 31 dicembre 2021. La detrazione è applicabile sui seguenti beni:

  • climatizzatori a basso consumo
  • termopompa
  • deumidificatore d’aria

Occorre sottolineare che l’incentivo per i condizionatori spetta anche se non si eseguono lavori di ristrutturazione.

Tra le novità riguardanti il bonus condizionatori 2021 troviamo l’IVA agevolata al 10%: qualora si acquisti un condizionatore ad alta efficienza si otterrà una riduzione dell’IVA sull’acquisto dal 22% al 10%, permettendo così di risparmiare sull’acquisto del dispositivo. Contatta un comparatore di tariffe per scoprire quali fornitori offrono le migliori offerte luce e gas sul mercato al fine di ottimizzare i tuoi risparmi in bolletta. Potrai sempre eseguire un cambio fornitore gratuitamente; mentre qualora tu ti stia trasferendo avrai bisogno di una voltura o un subentro.

Ci sono diverse agevolazioni che permettono di usufruire del bonus condizionatori 2021:

  • Bonus condizionatori con bonus edilizio del 50% per coloro che hanno acquistato un condizionatore per una ristrutturazione ordinaria della casa o del condominio;
  • Bonus condizionatori con bonus mobili del 50% per l’acquisto di un climatizzatore in classe energetica almeno A+ durante le ristrutturazioni straordinarie;
  • EcoBonus al 65% per chi  acquista un nuovo condizionatore in pompa di calore ad alta efficienza energetica per sostituirne uno di classe inferiore.

Bonus Condizionatori 2021 con o senza ristrutturazione

Come già accennato è possibile usufruire del bonus condizionatori anche se non si svolgono in contemporanea lavori di ristrutturazione edile. A seconda che l’acquisto del nuovo dispositivo a risparmio energetico avvenga con o senza ristrutturazione, possiamo accedere a detrazioni specifiche, in particolare:

  • Bonus condizionatori con ristrutturazione
    All’interno di un intervento di ristrutturazione edile, sia esso inerente a un immobile singolo o a un complesso residenziale, è possibile accedere a una detrazione fino al 50% sull’acquisto di un climatizzatore per una spesa massima detraibile pari a 96.000 euro, da suddividere in 10 rate annuali per 10 anni. É obbligatorio certificare l’effettiva efficienza energetica del condizionatore tramite apposita certificazione del produttore o del termo idraulico.
  • Bonus condizionatori senza ristrutturazione
    Si può usufruire de bonus condizionatori anche senza interventi di ristrutturazione, a patto che il nuovo modello acquistato sia a pompa di calore e ad alta efficienza energetica e  sostituisca totalmente o parzialmente l’impianto precedente. Il bonus condizionatori senza ristrutturazione prevede un rimborso fino al 50% della spesa totale sostenuta, fino a un massimo di 46.154 euro, da suddividere in 10 rate annuali.

Bonus condizionatori 2021: a quanto ammonta?

Il bonus condizionatori, essendo un incentivo fiscale non prevede un importo fisso: il contributo del rimborso avrà un valore variabile a seconda della tipologia di intervento realizzato. Non bisogna dimenticare che a questo rimborso si aggiunge il risparmio sulle bollette ottenuto usando un impianto a risparmio energetico. L’importo massimo della detrazione per i condizionatori acquistati o sostituiti con ristrutturazione è di 96.000 euro, suddiviso in 10 quote annuali. L’acquisto di un condizionatore ad alta efficienza energetica prevede un rimborso massimo del 50% sul prezzo del dispositivo; tuttavia, se il nuovo condizionatore è stato acquistato con l’obiettivo dichiarato di sostituirne uno già presente, ma di classe energetica inferiore, la detrazione sarà del 65% sulla spesa effettuata.

Bonus condizionatori 2021, come richiederlo

L’accesso al Bonus Condizionatori può essere richiesto in fase di dichiarazione dei redditi, con la presentazione del modello 730 o del modello Unico. L’importo detraibile, infatti, va suddiviso in 10 quote annuali di pari importo che verranno riconosciute nel corso delle dieci dichiarazioni dei redditi successive.

Per l’accesso al bonus, inoltre, è necessario inviare tutta la documentazione relativa all’acquisto effettuato ed all’intervento di installazione all’ENEA, in modalità telematica.

Per poter usufruire delle detrazioni del bonus condizionatori è obbligatorio utilizzare un metodo di pagamento tracciabile, ovvero utilizzando una carta di credito/ debito o un bonifico bancario. In caso si effettui l’acquisto tramite carta di credito/debito, sarà necessario conservare tutta la documentazione attestante l’acquisto specifico.

In caso di bonifico bancario sarà necessario indicare sul documento:

  • la causale del versamento
  • il codice fiscale del beneficiario della detrazione
  • il numero di partita Iva o il codice fiscale del soggetto a favore del quale è effettuato il bonifico

Infine ricorda che acquistando un condizionatore gestibile da remoto, potrai controllare a distanza il tuo dispositivo direttamente da Smartphone e verificarne i consumi, oppure semplicemente accenderlo/spegnerlo quando preferisci. Ti basterà attivare le migliori offerte internet proposte dai vari operatori presenti sul mercato della telefonia mobile e scegliere il più adatto alle tue esigenze.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie