www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

BASKET Serie B. Salerno – Cassino, Virtus contro Virtus. Ovvero: comunque vada, sarà un successo!

Sere fa, nel bel mezzo di una noiosa sessione di zapping sul web, mi imbatto nella scena di un vecchio film: “Kramer contro Kramer..” Perciò, ammetto che mutuarne il titolo, parafrasandolo per adattarlo a questo articolo, è stata una tentazione irresistibile!

C’è buio in autostrada, e, tanto per cambiare, piove e fa freddo. Il tragitto, fino al palasport Carmine Longo, è l’occasione per approfittare di un Clinic sulla pallacanestro. A tenere banco, c’è Antonio Vinciguerra, uno che, di basket, qualcosina la sa.

Il corso di formazione avanzata, era costellato di riflessioni tipo questa: “Ogni squadra in campo può contare su nove difensori ciascuna: quattro ‘certi’, e cinque ‘incerti’: le linee laterali e di fondo campo, ed i cinque giocatori in campo…

Arriviamo con leggero ritardo, ma forti di una rinnovata serie di certezze; la gara, è appena cominciata. Ah, dimenticavo un dettaglio: tra una lezione e l’altra, il clinic prevedeva anche l’individuazione delle opportune soluzioni, dei giochi che avrebbe adottato coach Parrillo; insomma, il piano partita.

Le priorità potevano essere le seguenti:

  • limitare l’osservato speciale n° 1: Visnjic Njegos;
  • contenere sia i Pick and Roll che i Pick and Pop.

Soluzioni in cui, Cassino, mostra sempre particolare versatilità.

E infatti, così è stato: Visnjic ha dominato e, per almeno metà gara, tutto si è mantenuto in un sostanziale equilibrio. Cassino è un osso duro; una squadra compatta e difficile da battere.

Il trucco sta nell’incrinare le certezze; e, la situazione falli del serbo, si è dimostrata la mossa vincente. Fuori dai giochi Visnjic, Salerno ha imposto i suoi ritmi; con l’aiuto, poi, di un efficacissimo Gallo, e l’alacre contributo dei ‘senatori’ Rezzano, De Fabritis e Tortù, è stato facile portare a casa il risultato.

Ultima riflessione: in un match che, a me, piace definire ‘intelligente’, i due riferimenti erano atleti over 40: Visnjic Njegos per la compa­gine ciociara, Marco Rossi per Salerno.

Questo è tutto, gente!!” dicevano i cartoni dei Looney Tunes. Il resto, ve lo diciamo nei due video allegati. Buona visione!

L’intervista di Carmine Covino a Marco Rossi, play Virtus Arechi Salerno

Il commento tecnico post gara di Antonio Vinciguerra

Pubblicità

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie