www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

BASKET Serie B, Pozzuoli – Avellino. La chioccia, la tifosa, l’italiano, il lupo e la sorpresa

La gara di sabato sera, 6 febbraio, tra Virtus Bava Pozzuoli e Scandone Avellino, valevole per il campionato di basket di Serie b girone D1, mi piace raccontarla così.

La chioccia: io. Perché, oltre a seguire il match, declinavo anche i ru­dimenti del Basket per chi mi accompagnava; provavo a spiegare, passo passo, quanto accadeva in campo. Con immensa sorpresa e soddisfazio­ne… per l’ospite.

La ‘tifosa’: la signora in nero che, dai gradoni della tribuna stampa, con un “tifo indiavolato” (cit.), non lesinava alcun sostegno alla squadra locale. Che poi ho scoperto essere, non senza ammirazione, persona molto vicina alla guida tecnica.

L’italiano: Gaye. Sabato sera immenso; impeccabile nei giochi offensivi, come in difesa. Parla per lui la sua ‘doppia-doppia’: 17p.ti + 11 carambole, ed MVP della gara. Il rientro tra i ranghi, dal recente in­fortunio, non poteva avvenire in maniera più efficace e convincente: è un elemento imprescindibile.

Il Lupo: ossia, la S.S. Felice Scandone Avellino. Sebbene orfana di una pedina fondamentale, Sosa (in uscita?), se l’è giocata degnamente (quasi) fino alla fine. Il brutto parziale subito nella seconda frazione di gioco, 14-2; i tanti, troppi, rimbalzi concessi ai flegrei -22 già a fine 2° quarto – hanno penalizzato gli irpini sia nello sforzo fisico per la rimonta, che in termini di presenza mentale nei momenti clou, quando puoi permetterti di sbagliare davvero poco. Ottima la prestazione di Brunetti; più che discreta quella di Ani e Costa. Per il resto, poco o nulla; un marcatore così rilevante come Sosa, deve per forza trovare un degno back-up. La Società dovrà provvedere.

Sollevo un’obiezione, legittima: perché, un giocatore come Marzaioli, ha in media solo 16 minuti a gara (12′ sabato sera)? Cosa ti aspetti che produca, in 12′ giocati a ‘singhiozzo’ quell’atleta? Perché concedere ad un pari ruolo, oltre 30′, ed ottenere gli stessi punti, ma con più palle perse, scarsa efficacia al tiro ed una valutazione Lega negativa? Boh, io non lo capisco.

La sorpresa: Valerio Spinelli, autentico idolo di casa. Il suo arrivo, con l’incarico di assistant coach, è coinciso con il ritorno alla vittoria di Pozzuoli. Coincidenza? Può darsi, io, però, tendo a non sottovalutare il valore di un impatto emotivo come questo. A fine gara, dagli spogliatoi si sentiva una voce su tutte: la sua!

Derby dominato soprattutto con un’attenta difesa, che ha concesso appena il 34% dal campo, ed un punteggio tenuto ben sotto la media di Avellino. Aggiungiamo i 13 palloni strappati all’avversaria, trasformati in punti con sette bei contropiedi. La differenza di punteggio, potrebbe riassumersi già tutta qui. Ma significherebbe ignorare l’importante sforzo sotto le plance: 44 rimbalzi catturati nell’intera gara; solo 32 per i “Lupi verdi”.

Conclusione: questa vittoria potrebbe essere il prequel alla prova suc­cessiva: la sfida contro coach Paccarié e la sua LUISS. Ce la farà, Pozzuoli, a bissare il successo dell’andata?

VIRTUS BAVA POZZUOLI-SCANDONE AVELLINO 69-56

VIRTUS BAVA POZZUOLI: Balic 10, Gaye 17, Forte 3, Savoldelli 13, Mehmedoviq 2, Bordi 12, Birra ne, Testa ne, Caresta 2, Mavric 10, Kushchev ne, Spinelli ne. All. Gentile

SCANDONE AVELLINO: Costa 12, Mraovic, Marra 7, Riccio 2, Brunetti 21, Marzaioli 2, Mazzarese, Trapani, Ragusa 6, Monina ne, Genovese ne, Ani 6. All. De Gennaro

NOTE Tiri da 2: Pozzuoli 17/31 – Avellino 17/39. Tiri da 3: Pozzuoli 8/26 – Avellino 3/16. Tiri liberi: Pozzuoli 11/16 – Avellino 13/23. Rimbalzi: Pozzuoli 44 (Mavric 14) – Avellino 32 (Ani 11).

Le interviste di Carmine Covino a coach Mariano Gentile e Amar Balic

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie