www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

BALLOTTAGGIO Caserta. Seggi aperti dalle 7, si vota fino alle 15

Chi tra Gianpiero Zinzi e il sindaco uscente Carlo Marino governerà la città per i prossimi 5 anni?

Hanno riaperto alle 7 di questa mattina i 91 seggi per il ballottaggio che deciderà chi tra Gianpiero Zinzi e il sindaco uscente Carlo Marino governerà la città per i prossimi 5 anni. Ci sarà tempo fino alla chiusura delle 15, quando subito dopo inizierà lo spoglio.

La scheda è divisa in quattro parti verticali in cui sono stampati, secondo l’ordine di sorteggio, da sinistra a destra, due spazi con i nominativi dei candidati a sindaco ammessi al ballottaggio ed in basso, in base al rispettivo ordine di sorteggio, da sinistra a destra e dall’alto verso il basso, in righe orizzontali di quattro, i contrassegni delle liste ad essi collegate.

L’elettore può esprimere il proprio voto tracciando con la matita copiativa un segno su uno dei due rettangoli contenente il nominativo del candidato a sindaco prescelto ammesso al ballottaggio.

Riprendere il voto espresso è vietato dalla legge

Ricordiamo che fare la foto alla scheda elettorale per riprendere il voto espresso è vietato dalla legge 96/2008, oltre che eticamente scorretto dato che il voto è segreto e non dovrebbe mai essere divulgato o peggio ancora postato sui Social. Per questo all’interno della cabina elettorale non si può introdurre nessun dispositivo capace di scattare fotografie o registrare video. Per evitare che il reato venga commesso, le norme elettorali prevedono che gli elettori debbano depositare telefoni cellulari, fotocamere e videocamere fuori dalla cabina elettorale. Il divieto vale anche se l’immagine resta privata e non si ha nessuna intenzione di mostrarla ad altri.

Le sanzioni per chi fotografa o riprende il voto

Le sanzioni previste dalla Legge prevedono l’arresto da 3 mesi a 6 mesi e l’ammenda da 300 euro a 1000 euro. Se si procede con decreto penale, il giudice può determinare una sanzione amministrativa differente secondo le condizioni economiche di chi ha commesso il fatto o della sua famiglia; tale sanzione parte da 75 euro e può arrivare fino al triplo.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie