www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Aversa, la dirigente scolastica Rosa Celardo saluta il Liceo Jommelli

Dal 1° settembre sarà in pensione: "Grazie alla collaborazione di tutti la nostra scuola ha potuto mantenere alti livelli di qualità nell’offerta formativa".

Un saluto alla scuola che ha guidato negli ultimi dieci anni che si è trasformato in un momento di festa e di condivisione: una giornata di grandi emozioni, quella di ieri, per la Dirigente Scolastica Rosa Celardo che dal primo settembre sarà in pensione.

Per quasi quarant’anni nella scuola, prima come docente di filosofia e storia e poi come dirigente scolastica, la DS Celardo ha voluto salutare tutto il personale scolastico nell’ultimo collegio docenti dell’anno scolastico e festeggiare il pensionamento insieme ai docenti che lo scorso anno e quest’anno si sono congedati dalla scuola.

Una lunga vita lavorativa e professionale “fatta di anni esaltanti, tranquilli ma anche turbolenti” – ha sottolineato Celardo. Una certezza su tutte: non si raggiungono traguardi importanti lavorando da soli ma solo “grazie alla collaborazione di tutti la nostra scuola ha potuto mantenere alti livelli di qualità nell’offerta formativa. Oggi il polo liceale Jommelli è considerato punto di riferimento culturale per l’intera città e il cambiamento attuato necessita di essere consolidato”.

Molti i traguardi raggiunti in dieci anni di dirigenza, primo fra tutti l’istituzione del liceo scientifico sportivo, uno dei pochi in tutta la Provincia. “I traguardi raggiunti – ha spiegato – sono frutto della condivisione, del lavoro di squadra e di una porta della Presidenza sempre aperta all’ascolto, al dialogo e al confronto costruttivo. Sono state fatte scelte coraggiose, innovative e dinamiche, si è guardato al futuro, alle nuove sfide culturali che il presente globalizzato imponeva senza trascurare però una tradizione, un passato che andava preservato. Sono stati progettati ed avviati percorsi didattici stimolanti, creativi ed inclusivi per i nostri studenti. Abbiamo offerto loro varie esperienze formative grazie ad una progettualità formativa ricca che proseguirà il prossimo anno scolastico con i tanti finanziamenti europei già approvati”.

Oggi il Polo liceale Jommelli conta più di 1700 iscritti, “è una realtà radicata nel territorio, è una scuola propositiva, attiva, dinamica, sempre vigile e consapevole che la qualità si conquista nella quotidianità di un percorso di insegnamento-apprendimento comune e condiviso”. Ed infine, spazio ai ringraziamenti, “ai collaboratori di oggi, Carlo Schiattarella e Michele Orabona e ai tanti collaboratori di ieri, allo staff, alle varie figure istituzionali che si sono mostrati sempre puntuali nel comprendere e soddisfare le nostre richieste, a tutti i docenti, al direttore amministrativo Marianna Dell’Aversana, agli assistenti amministrativi, ai tecnici, ai collaboratori scolastici, al direttore dell’Usr Luisa Franzese”.

Un pensiero commosso per la sua famiglia, il marito Raffaele Oliva e i figli: “il loro incoraggiamento è stato prezioso”, ha sottolineato. Un ultimo pensiero la Ds lo ha voluto rivolgere ai protagonisti della scuola: gli studenti. “Agli studenti e alle studentesse auguro di diventare cittadini intellettualmente liberi, testimoni di umanità e di saperi, nella consapevolezza che solo la cultura rende tali”.

Pubblicità

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie