www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Arienzo, scuole aperte da domani ma con una serie di misure restrittive per la sicurezza

Scuole aperte ad Arienzo domani, ma con una serie di restrizioni. È stata sottoscritta questa mattina l’ordinanza n. 20, con la quale l’amministrazione comunale dispone il ripristino della didattica in presenza per quarte e quinte elementari, nonché per tutte le classi della scuola media.

Il rientro in aula è, quindi, ufficiale, ma avverrà seguendo precise modalità. In primo luogo, la riapertura in presenza di domani non riguarderà i plessi Parco Europa/San Filippo Neri e Crisci, coinvolti dai due casi di positività (due bambini), che, salvo diverse indicazioni, avverrà martedì 2 febbraio, a causa del procrastinarsi degli esiti dei tamponi effettuati dall’Asl agli alunni delle classi in quarantena.

Domani, proseguirà la sua normale attività solo il plesso Valletta. Inoltre, si introduce l’uso dell’autocertificazione a scuola: da domani, gli alunni delle quarte e quinte elementari, di tutte le classi della scuola media, i docenti e il personale ATA, che non hanno preso parte agli screening di giovedì 28 e sabato 30, dovranno presentare un modulo contenente apposite dichiarazioni, seguendo lo schema indicato nell’ordinanza, relative, sostanzialmente, all’assenza di sintomi riconducibili al Covid e/o casi di positività per sé e il proprio nucleo familiare, fino ai parenti stretti ovvero zii di primo grado e nonni. Anche una sola risposta affermativa determinerà la DAD, secondo disposizione della Dirigente scolastica, fino alla normalizzazione della situazione corrente.

Dal giorno 8 febbraio, l’autocertificazione dovrà essere presentata obbligatoriamente, con cadenza settimanale, dagli alunni di tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale.

Altra disposizione importante riguarda la differenziazione degli accessi per le classi della scuola media e, nello specifico, si dovranno rispettare i seguenti orari: le seconde entreranno alle ore 8.00, le prime alle 8.20 e le terze alle 8.40. Proprio per evitare assembramenti, è vietato anche sostare in gruppi di tre negli spazi antistanti le scuole, a meno che non vi sia una debita distanza o l’attesa avvenga in auto.

Per evitare rischi per la salute, infine, il sindaco Giuseppe Guida ha stabilito di vietare il fumo, comprese le sigarette elettroniche, fuori le scuole, negli orari di entrata e uscita. In tal modo, si evita l’abbassamento delle mascherine, dando maggiori garanzie sulla sicurezza. Tutto il mese di gennaio è stato improntato, in realtà, proprio sulla sicurezza ad Arienzo: ieri sono terminati i controlli a tappeto rivolti al mondo della scuola, con più di 800 tamponi complessivi, e oggi è stata emanata l’ordinanza per dare precise regole sul rientro in aula. “Abbiamo fatto e stiamo continuando a fare il possibile – ha dichiarato il sindaco – per rassicurare i nostri concittadini, per contenere i rischi legati alla salute e per cercare non solo di far ripartire la scuola con i giusti presupposti, ma anche di darle una fondamentale continuità”.

Pubblicità

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie