www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Il giovane attore casertano, Antonio Perretta, debutta in “Doppio sogno” al Piccolo di Milano

Antonio Perretta, giovane attore di origini casertane, debutta con il primo spettacolo dopo il diploma che ha conseguito presso la Scuola «Luca Ronconi» del Piccolo Teatro di Milano. Perretta, infatti, sarà in scena fino al 23 dicembre prossimo con «Doppio Sogno» di Riccardo Favaro, dal romanzo di Arthur Schnitzler, regia di Carmelo Rifici (Piccolo Teatro Milano). È la storia reale e sognata di Fridolin e Albertine, una giovane coppia alle prese con i tabù sessuali nella Vienna dei primi anni del ‘900.

Perretta, in particolare, interpreta Gibiser il mascheraio, un personaggio che il regista ha reso surreale, la creatura che noleggia a Fridolin il costume per una festa in maschera che è la scena fulcro dell’opera.

Antonio Perretta ha frequentato la Scuola del Piccolo Teatro dal 2017 al 2021 (quattro anni a causa della pandemia), la Scuola di Teatro La Scaletta a Roma tra il 2015 e il 2016; recitato in «Un medico in famiglia» nel 2015; debuttato in teatro nel 2014 a Roma con «L’uomo, la bestia e la virtù» di Pirandello, con la regia di Ennio Coltorti. Il suo primo romanzo pubblicato nel 2020 «(Non) Solo di notte sono un uomo cattivo» ed è stato anche uno dei protagonisti della lettura – nel Duomo di Milano – di uno dei canti dell’immortale opera di Dante, in particolare il III Canto del Purgatorio. Evento dal nome «Dante in Duomo», trasmesso in diretta streaming, e nato in occasione delle celebrazioni per i 700 anni dalla scomparsa di Dante Alighieri.