www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Dante in Duomo a Milano: il Canto III del Purgatorio recitato dal giovane attore casertano Antonio Perretta

Antonio Perretta, giovane attore di origini casertane, allievo della scuola di recitazione del Teatro Piccolo di Milano, è stato uno dei protagonisti della lettura – nel Duomo di Milano – di uno dei canti dell’immortale opera di Dante, in particolare il III Canto del Purgatorio.

L’evento, trasmesso in diretta streaming e reperibile a questo link è nato in occasione delle celebrazioni per i 700 anni dalla scomparsa di Dante Alighieri: il progetto culturale è stato battezzato Dante in Duomo e proseguirà fino al 9 luglio prossimo in Cattedrale dove nei pressi dell’Altare maggiore, si tengono le letture della Divina Commedia.

Sotto la direzione artistica di Massimiliano Finazzer Flory, con la partecipazione di musicisti dell’Orchestra del Teatro alla Scala e degli allievi del Piccolo Teatro di Milano, ogni giorno va in scena la lettura di due canti dall’immortale opera dantesca.

L’apertura di ogni cantica è stata affidata a un relatore d’eccezione come Massimo Cacciari (3 maggio – introduzione all’Inferno) e Mons. Marco Ballarini, Canonico del Duomo e Prefetto della Veneranda Biblioteca Ambrosiana (26 maggio – introduzione al Purgatorio) mentre per il 17 giugno si sarà  Elio Franzini, Rettore dell’Università degli Studi di Milano (17 giugno – introduzione al Paradiso). A volere questo progetto l’Arciprete del Duomo di Milano Mons. Gianantonio Borgonovo e il Capitolo Metropolitano, con la collaborazione della Veneranda Fabbrica del Duomo e della Veneranda Biblioteca Ambrosiana, la quale, nello stesso periodo, metterà in mostra per il pubblico parte del suo ricco patrimonio dantesco.

Da Sessa Aurunca, dove ha mosso i primi passi con il gruppo teatrale locale, passando per Roma con Ennio Coltorti e la scuola di recitazione La Scaletta, fino a Milano dove vive e frequenta la Scuola «Luca Ronconi» del Piccolo Teatro, Antonio Perretta è anche autore di un libro dal titolo «(Non) Solo di notte sono un uomo cattivo», opera prima del giovane attore già «formatore e coordinatore» di attività teatrali in ambito scolastico ed extrascolastico (titolo conseguito dopo un master presso l’Università degli studi di Napoli «Suor Orsola Benincasa») e impegnato in altre attività teatrali.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie