www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Amministrative 2020. San Nicola L. S., Basile e Marotta più vicini che lontani

Il candidato del Centrodestra lavora affiancato. Marotta col Centrosinistra fa il colpo grosso

Doveva essere un altro il candidato del Centrodestra a San Nicola La Strada (CE). Eppure le liste sono chiuse con soli tre candidati sindaci: Vito Marotta (candidato del Centrosinistra), Francesco Basile (candidato del Centrodestra) e Tiziana De Chiara (candidata sindaco dei 5Stelle). Enzo Russo Spena doveva essere il candidato prescelto al posto di Basile. Il suo impegno col Centrodestra – però – non è mai finito.

Russo Spena lavora con il medico

Che il noto medico sannicolese, Francesco Basile, abbia sempre fatto politica non è forse tanto vero. Il candidato di Fi con l’appoggio di Fdi, Lega e Udc si serve soprattutto del sostegno e della competenza politica di Enzo Russo Spena. Questo è quanto si apprende nei corridoi dei circoli elettorali.

Russo Spena non si è mai fermato, se pur tagliato fuori dalla candidatura. Il suo impegno è valso per la realizzazione delle liste e, probabilmente, pure per la scelta del candidato che lo ha sostituito.

Non manca – poi – l’intrigo politico dell’ultimo minuto. Un filo diretto tra Basile e Marotta sembra costruirsi poco per volta. E così anche il Centrosinistra, ritenuto da tutti il più forte a San Nicola L. S., sembra doversi aggrappare al primo appiglio per restare a galla.

La ex senatrice fa da ponte

Con l’aiuto della ex senatrice Lucia Esposito, infatti, Vito Marotta e Angelo Pascariello (che ricordiamo essere stato candidato sindaco contro Marotta alle amministrative del 2015) hanno aperto un canale di comunicazione. Quali siano gli argomenti sul tavolo diventa difficile immaginarlo, ma tutto potrebbe ricondurre ad uno scambio di voti sotto la formula politica del do ut des. 

Così, per Esposito e Marotta si fanno avanti nuove opportunità di lavoro. Per il sindaco uscente e candidato ci sarà sicuramente il forte appoggio e del Pd e dei suoi ex avversari, mentre per la ex consigliera regionale e senatrice l’opportunità di potersi ricandidare con un appoggio forte da parte di chi oggi è al governo.

Intese sotto banco, estrani i 5Stelle pronti a rivoluzionare la scuola

Sotto gli occhi di tutti, dunque, si portano avanti intese ed incontri “segreti”. L’agitazione di queste ore è sintomo di incertezza sulla vittoria per Centrosinistra e Centrodestra, escludendo a priori il Movimento 5 Stelle che fin ora non registra abbastanza preferenze da poter immaginare una vittoria spiazzante il prossimo 20 e 21 settembre. Del resto, l’influenza della politica nazionale si fa molto sentire sui Comuni d’Italia.

Intanto, la posizione di De Chiara sull’allarme da nuovi casi Covid è l’unica chiara. Né Marotta né tanto meno il medico Basile si sono aperti ad un confronto che lasciasse intendere la loro idea sull’emergenza sanitaria. De Chiara si è invece buttata a capofitto sulle scuole. La sua idea è sfruttare più immobili per tutelare gli studenti.

Per la candidata pentastellata non si possono commettere imprudenze, poiché i ragazzi devono riprendere la vita sociale. Tanti gli immobili pubblici destinati ad altri usi per l’utenza – punto sottolineato qualche giorno fa da De Chiara – e che potrebbero essere riadattati e destinati alle scuole, garantendo più spazio per studiare in sicurezza.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie