www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Alla vista della Volante fa inversione di marcia, beccato sulla Domiziana con droga e soldi

La Polizia di Stato di Caserta, nel pomeriggio di sabato, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione dei reati di criminalità diffusa, ed in particolare il personale della squadra Volante del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Sessa Aurunca, traeva in arresto per detenzione ai fini di spaccio un cittadino italiano, originario di Mondragone, di nome M.F. cl. 1979.

Alle ore 16.00 circa, il personale della Volante, mentre effettuava un posto di controllo sulla via Domitiana, altezza della rotonda per Piedimonte, notava sopraggiungere dalla direzione di Mondragone un’autovettura Fiat 600 di colore azzurro, che alla vista della volante invertiva la direzione di marcia.

Gli Agenti insospettiti da tale manovra, raggiungevano l’autovettura al fine di procedere al controllo della stessa, il cui conducente, solo a bordo, veniva identificato per M. F., che si mostrava palesemente agitato ed insofferente al controllo.

A tanto, gli Agenti si determinavano ad effettuare un’immediata perquisizione personale estesa anche al veicolo da lui condotto, la cui attività sortiva esito “positivo”.

Infatti, indosso al M.F. e precisamente nel pantalone, all’altezza del giro vita, veniva rinvenuto un barattolo in plastica contente nr. 7 palline in cellophane termosaldate contenente polvere di colore bianco del peso di circa grammi 5.00 nonché nr. 17 capsule trasparenti contenente sostanza cristallina di colore bianco del peso di circa 6,00 grammi, nella tasca anteriore destra del pantalone veniva rinvenuta la somma di denaro di euro 290,00, suddivisa in banconote di vario taglio, provento dell’attività di spaccio ed un telefono cellulare marca XIAOMI.

Alla luce di quanto accertato si procedeva all’arresto, in flagranza di reato di M. F. siccome gravemente indiziato della violazione del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’arrestato, al termine degli accertamenti di rito, veniva associato alla casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere in attesa della celebrazione dell’udienza di convalida.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie