www.gazzettadicaserta.it
Liberi da vincoli

Alla Storia Patria la bandiera dell’Associazione Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra

Sarà custodita dalla Società di Storia Patria di Terra di Lavoro la Bandiera della disciolta Sezione provinciale dell’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra. Il cimelio è stato consegnato stamane dall’ultimo Presidente della Sezione, il professor Antonio Papa, al presidente dell’Istituto culturale, avv. Alberto Zaza d’Aulisio. Lucciconi agli occhi del figlio del fante Giovanni Papa, disperso il 20 febbraio 1943 in uno dei combattimenti sostenuti in Croazia dal 259° Reggimento di Fanteria mobilitato durante le campagne 1942-1943.

Con il Tricolore è stato depositato anche l’archivio documentale e fotografico che narra il vissuto della benemerita Associazione dal 1946 al 2004, anno in cui il naturale ridimensionamento del corpo sociale non ne consentì l’ulteriore attività di sostegno morale e materiale ai parenti dei militari caduti e dispersi sin dalla prima guerra mondiale. L’Associazione Nazionale era sorta, infatti, il 26 novembre 1927.

“L’intero compendio d’archivio – dichiara il Presidente di Storia Patria – costituisce un interessante spaccato sulle dinamiche sociali di Caserta e delle varie comunità della provincia che rappresentavano la rete operativa dell’Associazione in maniera capillare. Importanti le immagini di numerosi eventi fissate in bianco e nero e le verbalizzazioni delle attività istituzionali dei primi anni del dopoguerra in cui le parole d’ordine erano solidarietà e ricostruzione.”

Il nuovo libro di Ferdinando Terlizzi

Il nuovo libro di Ferdinando Terlizzi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy al link qui sotto. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Accetto Cookie Policy

Cookie